F1: la Mercedes in Giappone torna a fare la Mercedes. Vettel quarto in qualifica. Brutto incidente a Kvyat

di 

26 settembre 2015

La Mercedes di Rosberg

La Mercedes di Rosberg

La Mercedes ritorna ad essere la Mercedes, Rosberg precede Hamilton per soli 76 millesimi, la Ferrari non riesce ad essere la Ferrari ( quella di domenica scorsa). Questo il verdetto delle qualifiche di Suzuka per il G.P. del Giappone, quintultimo round del Mondiale. Sono state delle prove anomale, ” congelate” ad inizio Q3 a causa di uno spettacolare incidente del russo Kvyat, autore di uno spettacolare,ma per fortuna innocuo per lui, incidente con la sua Red Bull, ad inizio dell’ultimo turno quello decisivo per la pole. Un solo giro lanciato che ha impedito a Hamilton di contrastare il compagno ed alla Ferrari di provare a limitare i danni, su di un circuito che si sapeva non essere “adatto” alla Rossa, come si è visto fin dalle libere di ieri.

Lo stop anticipato ha favorito Bottas terzo, che comunque aveva già fatto capire fin dal Q1 che con la sua Williams

L'incidente al russo Kvyat

L’incidente al russo Kvyat

poteva essere protagonista. Peccato come detto che Vettel e Raikkonen non sono riusciti ad esprimersi al meglio pagando mezzo secondo il tedesco, oltre sette decimi il finlandese, preceduto da Massa con la Williams. Concludono la top ten Ricciardo, Grosjean, Perez e lo stesso Kvyat.

Domani vedremo se la Ferrari con il suo passo gara sempre performante in questa stagione può provare a dire la sua, quantomeno per rafforzare la seconda posizione nel costruttori , mentre Vettel è alla caccia di Rosberg, che dopo la stupenda gara di Singapore ” vede” a soli 8 punti.
Un doveroso ricordo va Jules Bianchi, che proprio un anno fa qui a Suzuka ebbe quel terribile quanto assurdoi incidente che pochi mesi fa ci ha portato via un pilota di sicuro avvenire, ma sopratutto un giovane umile e gentile, una grande persona, il nostro non è il solito luogo comune per ricordare chi non c’è piu, è che Bianchi era veramente così, anzi aggiungiamo eccezionale. Tornando al G.P. sveglia alle 7 per la diretta di Sky, per i più poltroni c’e la replica Rai alle 14.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>