Countdown agli sgoccioli: domenica prima palla a due con Sidigas-Consultinvest

di 

2 ottobre 2015

vl_caserta_138 vuellePESARO – Si ricomincia. Sono passati 145 giorni dal quell’ormai lontano 10 maggio, che sancì la permanenza in serie A della Vuelle al termine di quello che fu un vero e proprio spareggio salvezza giocato tra le mura amiche dell’Adriatic Arena, con i ragazzi di coach Paolini che battendo la Pasta Reggia Caserta davanti ad oltre 5000 persone, si conquistarono il diritto di rimanere nella massima serie anche per la stagione 2015-16. Ma di quella Vuelle non è rimasto molto, con la solita rivoluzione estiva imposta da un budget leggermente aumentato rispetto al passato, ma che non consente ancora alla dirigenza biancorossa di riuscire a trattenere i prezzi pregiati di un roster che ha visto Ross approdare a Cantù, Wright e Judge andare in Israele a cercare fortuna ed incassare uno stipendio doppio, se non triplo, rispetto a quello che poteva offrirgli Pesaro, ma ormai ci siamo abituati ad accogliere facce nuove durante il periodo estivo, nuovi giocatori al quale affezionarsi, anche se solo per qualche mese perché, se i nuovi arrivati si riveleranno sopra la media, finiranno per approdare in altri lidi più remunerativi, mentre se si riveleranno inferiori alle attese, saremo noi stessi a non volerli rivedere in maglia biancorossa. Così vanno le cose nel basket moderno, dove le bandiere sono state ammainate da tempo e dove un buon giocatore che rimane per più di tre anni nella stessa squadra, è raro come trovare un pezzo del tetto dell’Adriatic Arena senza il suo “pannolone” salva pioggia.

Shaquille Mc Kissic

Shaquille Mc Kissic

Ma come è stata costruita la nuova Consultinvest? Sembra avere una sua logica, con un play degno di questo nome, due esterni intercambiabili come Lacey e McKissic e due lunghi diversi per caratteristiche tecniche e fisiche, con il più atletico Shelton ad affiancare il più massiccio Walker. Anche la panchina sembra rafforzata, con Ceron e Gazzotti già abili e arruolati per la serie A, mentre Candussi e – soprattutto – Basile, potrebbero pagare la giovane età e un atteggiamento troppo morbido che difficilmente viene perdonato a questi livelli, proprio Nicolò – eletto neo capitano – e coach Paolini con il suo staff (Umberto Badioli e Spiro Leka) sono gli unici che erano presenti anche l’anno scorso e dovranno cercare di trasmettere ai nuovi arrivati quel pizzico di pesaresità che farebbe piacere ad un pubblico affezionato e comunque abbastanza numeroso – nonostante i tre penultimi posti consecutivi – come quello che ogni domenica si accomoderà anche quest’anno nelle poltroncine dell’Adriatic Arena, con l’avvertenza che – anche per i prossimi sette mesi – ci sarà da soffrire, ma con la speranza che, guardandosi alle spalle, ci sia sempre almeno una squadra dietro alla Consultinvest.

Si parte dalla trasferta di Avellino, squadra ostica con ambizioni playoff, bel banco di prova per una Vuelle che ha disputato un precampionato altalenante, con alti e bassi tipici del periodo e della giovane età del gruppo, si comincia a fare sul serio, nella speranza che gli americani comprendano fin da ora, che ogni domenica può essere decisiva e che una sconfitta in Italia è amplificata dieci volte rispetto ai College, la quota salvezza dovrebbe essere quota 20 punti, ovvero 10 vittorie su 30 partite, una ogni tre, dopo Avellino, la Vuelle ospiterà Pistoia e salirà a Varese, riusciranno i nostri eroi a rimanere in media salvezza?

Vi ricordiamo che da questa stagione le trasferte della Consultinvest saranno trasmesse da Rtv San Marino, sul canale 93 del digitale terrestre, emittente che seguirà la Vuelle anche durante la settimana con approfondimenti e speciali. Fate attenzione, perché nonostante Rtv San Marino sia presente anche sul satellite al 520 di Sky, per il contratto esistente con la Legabasket solo Sky ha i diritti per tramettere le dirette sul satellite e di conseguenza le dirette delle trasferte della Vuelle saranno visibili solo sul digitale terrestre sul canale 93.

LA PARTITA DELLA SETTIMANA:

SIDIGAS AVELLINO – CONSULTINVEST PESARO

Domenica 4 ottobre – ore 18.15 – Pala Del Mauro di Avellino

Diretta televisiva sul Rtv San Marino, canale 93 del digitale terrestre

 

L’AVVERSARIA DELLA SETTIMANA:
Anche se allestita in ritardo rispetto alla concorrenza, questa Sidigas è una formazione da media classifica, guidata da un coach serio e preparato come Pino Sacripanti, con tre giocatori esperti come il lettone Blums, l’ex canturino Marten Leunen e l’ex Armani Alex Acker che saranno un valore aggiunto in un roster dove Riccardo Cervi dovrà dimostrare di essere pronto a prendere il posto di Marco Cusin come centro titolare della Nazionale, in una stagione dove l’ex reggiano è atteso da quella continuità ad alto livello che finora si è solo intravista.

imgres

Subito contro l’ex Pino Sacripanti

Il reparto lunghi avellinese – oltre a Cervi – può contare anche su Giovanni Pini e sul croato Ivan Buva, mentre Taurean Green sarà il play titolare di una Sidigas che si aspetta buone cose dal lituano Veikalas e dall’ala americana James Nunnally, in un roster dove troverà spazio l’interessante 22enne Giovanni Severini.

 

IL DUELLO CHIAVE:

D.J. SHELTON VS MAARTEN LEUNEN:

Bel banco di prova per Shelton trovarsi di fronte – al suo debutto italiano – un lungo versatile come Leunen, 30enne con diversi anni di esperienza nel nostro campionato, dove è sempre risultato uno dei giocatori più produttivi, con un bagaglio tecnico di primordine che gli consente di ottimizzare al meglio il suo stile di gioco, Shelton dovrà essere bravo a far valere il suo maggior atletismo e continuare quel percorso di crescita individuale che potrebbe farlo diventare una delle note liete stagionali per la Vuelle.

IL MOMENTO DELLA SQUADRA:

Anche quest’anno Pesaro non gode di molta considerazione tra gli addetti ai lavori, venendo indicata come l’ultima della classe da molti siti specializzati e dai principali quotidiani sportivi, opinione probabilmente condivisibile per un gruppo formato da soli under 25, con un allenatore con poca esperienza ad alto livello e un budget che non consente di far sognare il pubblico che riempirà l’Adriatic Arena, ma … Sì, perché viene spontaneo un ma, a chi ha seguito le ultime tre versioni della Vuelle e già alla prima giornata era consapevole che si sarebbe dovuto mettere mano al più presto a dei roster che comprendevano Reggie Hamilton, Ashley Hamilton, Kendall Williams e altri nomi finiti prestissimo nel dimenticatoio.

Ecco, quello che manca rispetto al passato sono i capri espiatori fin da subito, quei giocatori palesemente “scarsi” che già dal precampionato avrebbero dovuto essere in odor di taglio, taglio che poi la dirigenza biancorossa ha sempre effettuato con colpevole ritardo, questa Consultinvest 2015-16 sembra più solida, con due giocatori per ogni ruolo e un paio di possibili “stelle” che potrebbero fare la differenza, intendiamoci, dobbiamo essere consapevoli che si lotta per non retrocedere e che raggiungere una posizione superiore al penultimo posto sarebbe un piccolo miracolo sportivo, ma Pesaro è attrezzata per lottare con le dirette concorrenti e non sembra disposta a fare da semplice spettatrice.

Poi arriveranno le sconfitte con venti punti di scarto, arriveranno i cinque e i quattro in pagella, arriveranno le critiche all’allenatore e ai giocatori e potrebbero arrivare le richieste di tagliare questo o quel giocatore, perché in sette mesi può succedere di tutto, fuori e dentro il parquet, ma per adesso si parte con un pizzico di fiducia in più rispetto al passato, in attesa di conoscere la reale consistenza delle altre 15 formazioni di un campionato che non ci sembra poi così superiore rispetto ai precedenti, si parte da Avellino, dove due anni fa la Vuelle alla prima giornata riuscì a sorprendere gli irpini e si parte con l’obiettivo venti punti ben impresso nella mente, se poi i primi due arriveranno fin da domenica sera non saremo certo noi a lamentarci.

 

LA PRIMA GIORNATA IN PILLOLE:

Saranno i campioni d’Italia di Sassari ad inaugurare le dirette televisive domenicali delle 20.30 su Raisport, con il Banco di Sardegna che ospiterà la Vanoli Cremona, mentre l’altra finalista dell’anno scorso – Reggio Emilia – andrà in scena lunedì sera nel posticipo trasmesso su Sky, con la Grissin Bon che andrà a far visita alla neopromossa Torino, nel canonico appuntamento domenicale delle 18.15 spicca il match tra una Virtus Bologna alle prese con il cambiamento dei vertici societari e l’ambiziosa Venezia di Charlie Recalcati, con Pistoia che cercherà di sfruttare il turno casalingo contro Brindisi e Cantù che proverà a partire a ritmi alti nella delicata trasferta di Capo D’Orlando, mentre c’è curiosità per vedere come si comporterà la Caserta di Dell’Agnello su un campo complicato come quello di Varese, in un primo turno che si concluderà giovedì 8 con Trento che ospiterà un’Armani Milano che nel weekend sarà impegnata negli States con l’Euroclassic, dove affronterà per due volte – a Chicago e New York – il Maccabi Tel Aviv.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>