Danni da maltempo, Arrigoni e Baiocchi: “Dove sono gli interventi promessi?”

di 

3 ottobre 2015

PESARO – “In questi giorni, chiunque passi nelle vicinanze della foce del fiume Foglia, può verificare come di giorno in giorno cresca esponenzialmente il pericolo a causa dell’ostruzione che si è formata, e che inesorabilmente continuerà a crescere se non si interviene per mettere in sicurezza il territorio”.

L’allarme è lanciato da Fabio Arrigoni e Nicola Baiocchi, esponenti di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, che continuano: “Come ogni anno, con le prime copiose piogge, nel nostro territorio salgono tensione e paura. Come ogni anno riscontriamo il solito rimpallo di responsabilità fino a che davanti ai danni procurati dal maltempo vengono date le solite inefficienti giustificazioni seguite dalla richiesta di stato d’emergenza. Lo stato d’emergenza, è bene ricordarlo, permette l’erogazione di fondi destinati alla manutenzione e alla messa in sicurezza del territorio. A Pesaro da anni si alternano giunte monocolore, non ultima la giunta Ricci che da quando si è insediata aveva promesso provvedimenti per la sicurezza del territorio, ma nulla è stato ancora fatto nel merito”.

“Non vorremmo dilungarci sulla questione – continuano Arrigoni e Baiocchi – ma per comprendere meglio è inevitabilmente necessario partire da lontano, a ben quattro anni fa, quando il sito del Comune di Pesaro pubblicava un documento con una serie di interventi immediati a salvaguardia del territorio. Il 13 settembre 2013 Matteo Ricci era ancora presidente della Provincia. Da presidente della Provincia cosi parlava ai cittadini: “Un decreto della Protezione civile nazionale ha approvato piano emergenza relativo agli eventi atmosferici avversari del marzo 2013. Sbloccati così 5,2 milioni di euro per interventi su strade e frane. In particolare sull’Ardizio che, complice la grande pioggia, aveva dato segni di costante cedimento. Altri interventi riguardano il fiume Foglia”. Dice il presidente Matteo Ricci, decisamente soddisfatto per un primo, importante, finanziamento arrivato in questi anni di assoluta carestia: “Apriremo 34 cantieri prima dell’inverno, tutte aziende locali. Tamponiamo così l’emergenza manutenzione e diamo un po’ di lavoro”. Poi va oltre: “Ci sono buone possibilità anche su fondi neve e alluvione”. Dalla grande neve è passato più di un anno e mezzo, senza risultati concreti.
L’approvazione del piano – ha precisato Matteo Ricci in conferenza stampa – comporterà per la Provincia lo sblocco di 5 milioni e 200mila euro di risorse, derivanti da trasferimenti statali del passato che non potevamo utilizzare a causa del patto di stabilità. Di questi, 800mila euro riguardano gli interventi di somma urgenza realizzati sull’Ardizio, i restanti saranno impiegati per interventi su tratti stradali, frane e ponte di San Donato, che intendiamo effettuare prima dell’inverno. Al riguardo, nelle prossime settimane faremo partire 34 cantieri, tutti già appaltati e vinti da imprese locali. In più, 180mila euro verranno utilizzati per sistemare il tratto del fiume Foglia da via Ponchielli alla Cassa edile”. Matteo Ricci dal maggio 2014 è diventato sindaco di Pesaro, è cambiato il presidente della Provincia, ma ad oggi ancora si capisce di chi sia la responsabilità di pulire l’alveo dei fiumi, e dove reperire le risorse per mettere in sicurezza il territorio. Ricordiamoci disagi che i temporali estivi della scorsa estate ci hanno procurato bloccando la città allagando i territori agricoli, e ricordiamoci le accuse di qualche assessore della giunta ai proprietari delle terre allagate di non saper lavorare i terreni causando disagi alle strade che li attraversano”.

Conclusione: “Ancora una volta ci chiediamo come siano state impiegate le risorse destinate al dissesto idrogeologico nel nostro territorio, poche o tante che siano, se ogni volta che piove un po’ più del normale, la nostra Provincia finisce sommersa. Che il prossimo obbiettivo sia creare la più grande acquapolitana nazionale?”. Firmato
Fabio Arrigoni e Nicola Baiocchi, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>