Vuelle, non basta la rimonta finale: vince Avellino 77-73

di 

4 ottobre 2015

SIDIGAS AVELLINO – CONSULTINVEST PESARO 77-73
SIDIGAS AVELLINO: Norcino 0, Veikalas 0, Acker 9, Leunen 3, Green T. 13, Cervi 13, Severini 0, Nunnally 20, Pini 0, Buva 8, Blums 11, Parlato ne. All. Sacripanti
CONSULTINVEST PESARO: Shelton 2, Basile 3, Gazzotti 8, Lacey 2, Christon 17, Solazzi ne, Candussi 0, Walker 6, Ceron 6, Serpilli ne, McKissic 29, All. Paolini
ARBITRI: Taurino, Baldini, Rossi
PARZIALI: 22-16, 14-18, 23-13, 18-26

VuelleAVELLINO – Inizia con una sconfitta di misura (77-73), l’avventura della Consultinvest in campionato, con la Vuelle che ha pagato il break alla fine del terzo quarto che l’ha fatta sprofondare fino a meno 16, prima del tentativo di rimonta nel finale che non ha portato i frutti sperati, nonostante un McKissic da 29 punti e la buona prestazione di Christon. Un peccato, perché Pesaro era rimasta in partita per 28 minuti, con un attacco ben bilanciato e una difesa attenta dentro l’area colorata, ma che ha concesso qualcosa di troppo dal perimetro, discrete le prove di Gazzotti e Ceron, così così Walker, mentre escono bocciati dalla loro prima partita ufficiale Shelton e Lacey.

La Vuelle parte con il quintetto base che ha sempre schierato anche in precampionato e sono di Walker i primi due punti ufficiali del campionato biancorosso, dopo la tripla di Green per il primo vantaggio casalingo, il centro pesarese si ripete nell’azione successiva, ma Avellino prova a scappare con le triple di Green e Nunnally per l’11 a 4 dopo tre minuti, costringendo coach Paolini a chiamare un timeout che non dà gli effetti sperati con la Sidigas che allunga fino al 15 a 4, prima di una fiammata di McKissic che con cinque punti consecutivi riporta i suoi a sole 4 lunghezze (11-15 al 5’), entra Gazzotti al posto di Shelton per una Consultinvest che non riesce a stringere le maglie in difesa e ritorna a meno 8 (20-12) con Christon che in penetrazione trova i suoi primi due punti in un quintetto dove trovano posto anche Ceron e Candussi, il play biancorosso replica nell’azione successiva con una schiacciata perentoria su rimessa dal fondo, in un primo quarto che si conclude con la Sidigas avanti per 22 a 16.

Parte bene la Vuelle nel secondo quarto con la panchina che produce punti con Gazzotti e Ceron e con un semigancio di Walker, Pesaro rimette la testa avanti sul 25 a 24, si sveglia anche Basile con un assist e la tripla del 28 a 24 al termine di un’azione ben costruita che costringe coach Sacripanti a chiamare timeout per vanificare il break di 16 a 4 messo a segno da una Consultinvest brava a reagire dopo un primo quarto giocato così così, minuto di sospensione che produce il nuovo sorpasso dei padroni di casa con la tripla di Nunnally per il 29 a 28, rientra McKissic e Shaq infila subito la tripla del 31 pari, ma Pesaro soffre la fisicità di Cervi che cattura un paio di rimbalzi offensivi e costringe Shelton a commettere un prematuro terzo fallo, in un primo tempo che si chiude con la Sidigas avanti per 36 a 34.

Le statistiche di metà partita evidenziano la buona prova di McKissic (12 punti) e una sostanziale parità a rimbalzo (17-15) per una Consultinvest che sta tirando abbastanza bene dall’arco (4 su 9) e avrebbe bisogno di un Lacey più produttivo rispetto ai soli due punti messi a segno nei primi venti minuti.

Coach Paolini riparte con i 4/5 dello starting five, con Gazzotti al posto di Shelton, Christon infila la tripla del meno uno per una Vuelle che cerca di rimanere a contatto dei padroni di casa, anche se deve fronteggiare il problema dei falli commessi dai suoi lunghi, Avellino continua nella sua ricerca sistematica del tiro da tre, croce e delizia del basket moderno, mentre Pesaro preferisce attaccare l’area colorata con penetrazioni al ferro, come quella che permette a Christon di impattare il punteggio sul 43 pari al 25’, ma la Sidigas piazza un break di 5 a 0 firmato Nunnally, bravo a sfruttare un paio di banali errori dell’attacco pesarese, che costringe coach Paolini a chiamare subito timeout, minuto di sospensione che produce il meno uno (47-48) firmato Christon, prima che le triple del solito Blums riportino a più sei una Sidigas che ha già segnato dieci volte dai 6.75 e con Nunnally vola sul 56 a 47, potrebbe essere il break decisivo del match se la Vuelle non riuscirà subito a chiudere il buco, in un attacco biancorosso che con Basile fallisce due triple consecutive, consentendo ad Avellino di chiudere il terzo quarto sul 59 a 47, cavalcando un break di 11-0.

Il quinto fallo di Shelton ad inizio dell’ultimo quarto non è il miglior modo di provare la rimonta, anche se D.J. stasera non ci è piaciuto per niente, e l’ennesima tripla di Nunnally sembra chiudere definitivamente il discorso (63-47) anche se mancano ancora otto minuti al quarantesimo, la tripla di un positivo McKissic rompe un digiuno offensivo durato oltre cinque minuti per una Consultinvest che piazza un minibreak di 7 a 0 che le consente di riportarsi ad una sola cifra di svantaggio (54-63), si fa vedere anche Gazzotti con la tripla del meno otto per una Vuelle comunque brava a non naufragare completamente davanti ad un avversario di caratura superiore e quando mancano tre minuti alla sirena finale il tabellone recita 71-61 per i padroni di casa, che cercano di controllare il match rallentando il ritmo, McKissic sembra l’ultimo a voler mollare e mette a segno il suo 24esimo punto personale per il meno sette biancorosso, con coach Sacripanti che non si fida e chiama due timeout consecutivi, vedendo i suoi giocatori commettere qualche ingenuità di troppo, ancora McKissic prova a tenere in vita le residue speranze biancorosse con la tripla del 69 a 73, ma dalla lunetta Avellino è pressoché perfetta e il fallo sistematico non produce gli effetti sperati, in un match che si chiude con il successo della Sidigas per 77 a 73.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>