La pizza Terre di Rossini e Raffaello segue le stagioni e gli ingredienti del territorio. Ecco sfornate 9 pizze nostrane e 13 degustazioni

di 

7 ottobre 2015

CAGLI – “La pizza Terre di Rossini e Raffaello, che segue le stagioni e che valorizza i singoli ingredienti provenienti dalle nostre terre, è uno strumento che contribuisce a valorizzare il territorio, attraverso prodotti locali di alta qualità”. Così il presidente della Camera di Commercio di Pesaro e Urbino, Alberto Drudi, presentando oggi a Cagli il progetto ‘Pizza Terre di Rossini e Raffaello 2015’, che prevede 13 degustazioni guidate nelle pizzerie e nei ristoranti della nostra provincia.

Al lavoro per la Pizza "Terre di Rossini e Raffaello" (FOTO Luca Toni)

Al lavoro per la Pizza “Terre di Rossini e Raffaello” (FOTO Luca Toni)

“Nell’immaginario collettivo – ha spiegato il vice presidente dell’Ente camerale, Amerigo Varotti – la pizza può sembrare lontana dalla tradizione locale: al contrario, è un prodotto di grande popolarità, che diventa una base ideale per dare ai consumatori la possibilità di indirizzarsi verso un’alimentazione sana e consapevole”. “Inoltre, il progetto – ha aggiunto – dà risalto ai nostri ristoratori, capaci di fare sistema, di mettersi in rete, di stare insieme, di mettersi a disposizione di una clientela sempre più attenta alla qualità anche nelle scelte dell’alimentazione”.

Le nove pizze appositamente “coniate” per il progetto sono farcite con i prodotti nostrani e con le 3 Dop locali: una delle nove, “Le DOP in pizza”, è farcita con pomodori ripieni di Casciotta d’Urbino Dop, melanzane ripiene di olive battute e Olio Cartoceto Dop, zucchine ripiene di Prosciutto di Carpegna Dop. “Stiamo proponendo ai consumatori una sorta di patto di qualità – ha spiegato Gianfranco Santi, membro di Giunta della Camera di Commercio –, visto che la ventina di ristoratori che partecipano al progetto si sono impegnati a farcire le pizze con ingredienti acquistati esclusivamente da produttori locali: questo consente a tutti una straordinaria facilità di controllo”.

Il progetto Pizza Terre di Rossini e Raffaello presentato a Cagli (FOTO Luca Toni)

Il progetto Pizza Terre di Rossini e Raffaello presentato a Cagli (FOTO Luca Toni)

Tommaso Di Sante, membro di Giunta della Camera di Commercio, ha evidenziato come “dall’agricoltura stiano arrivando segnali significativi sul fronte della ripresa: partecipare a questi incontri, dunque, porta il consumatore a conoscere la qualità delle proposte e ad essere in qualche modo divulgatore di una delle ricchezze della nostra provincia”. Tra le novità di quest’anno, la periodicità del progetto, che è stato spostato all’autunno, rispetto all’estate, per consentire la valorizzazione di altri prodotti locali legati alla stagionalità, e l’adesione di un locale di Pesaro, che contribuirà ad allargare ulteriormente il bacino dei consumatori. Un’ulteriore peculiarità del progetto è che le pizze Terre di Rossini e Raffaello vengono proposte in abbinamento alle DOC del territorio: Colli Pesaresi, Bianchello del Metauro e Pergola.

Le tredici degustazioni guidate inizieranno venerdì 16 ottobre al ristorante La valle del Vento, per proseguire venerdì 23 ottobre al ristorante Shine di Acqualagna, giovedì 29 ottobre a Il Gatto e la Volpe di Montevecchio di Pergola, venerdì 30 ottobre all’Artista di Pesaro, giovedì 5 novembre al Pit Stop di Sant’Angelo in Vado, venerdì 6 novembre al Piccolo Mondo di Mombaroccio, giovedì 12 novembre al ristorante “Le Fontane” di Cagli, venerdì 13 novembre all’Antica Osteria da Oreste a Casinina di Auditore, giovedì 19 novembre all’Arcimboldo di Canavaccio di Urbino, mercoledì 25 novembre a La Terrazza del Duca di Urbino, giovedì 3 dicembre da Nenè a Urbino, venerdì 4 dicembre a La Palomba di Mondavio, e infine venerdì 11 dicembre a La Gatta di Urbino.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>