Fusione Pesaro-Mombaroccio, la Renzoni attacca il sindaco

di 

8 ottobre 2015

Da Anna Renzoni, consigliere comunale di opposizione a Pesaro, riceviamo e pubblichiamo la seguente nota:

Anna Maria Renzoni

Anna Maria Renzoni

PESARO – Il comportamento del sindaco in occasione dell’ultimo Consiglio Comunale (6 ottobre 2015) in cui si votava per la fusione per incorporazione del Comune di Mombaroccio con il Comune di Pesaro è stato quantomeno inopportuno.

C’è’ una parola, che Matteo Ricci, sindaco, non vuole imparare: umiltà. C’è un’altra parola, invece, che conosce e coniuga benissimo: arroganza. Se così non fosse, la sua condotta, avrebbe dovuto essere ben diversa se non altro rispettosa.

Rispetto per chi? Chiaramente, per le forze politiche che stanno all’opposizione, ma che di questo ruolo non hanno né abusato, né fatto bandiera. Il sindaco dovrebbe, se potesse, comprendere le elementari basi della democrazia e, cioè, l’ascolto, il confronto e, poi convincere per l’eventuale voto. Così non è. Non lo è mai stato. Ricci, confonde il Consiglio comunale della città di Pesaro, con le riunioni-assemblee del suo cerchio magico. Non confronti ma, yes man ossequiosi e ubbidienti. Ricci, non sa, perché per sua ideologia non può comprendere, che ci sono cittadini che lavorano, che tuttavia hanno deciso di impegnarsi in politica per amore della propria città e non per altri interessi. Cittadini che dedicano il proprio tempo, perché la città migliori, cresca, si affermi. No, Ricci è convinto che il mondo, anche pesarese, si divida tra chi comanda, lui, e chi serve in silenzio. Padroni e servi. Ma, caro sindaco, così non è. Non siamo i tuoi servi obbedienti. Non siamo quelli che si spaventano o temono ritorsioni.

Vedi, caro Ricci, c’è una cosa che non riesci più a comprendere e, cioè, che ci sono, a Pesaro, ancora persone libere che vogliono continuare ad esserlo.

Anna Renzoni
Consigliere comunale d’opposizione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>