La Guardia Costiera di Pesaro saluta l’estate con 23 operazioni di soccorso concluse con successo. Il bilancio di Mare Sicuro 2015

di 

8 ottobre 2015

PESARO – Conclusa la stagione estiva 2015, la Guardia Costiera di Pesaro ha reso noto il bilancio dell’operazione di polizia marittima “Mare Sicuro” nella giurisdizione di competenza della Capitaneria di Porto di Pesaro, che include anche l’Ufficio Circondariale Marittimo di Fano e gli Uffici Locali Marittimi di Gabicce Mare e Marotta, si estende per circa 42 Km di costa su tutto il litorale provinciale e contempla, la presenza di quasi 180 stabilimenti balneari e circa 8000 metri di spiagge libere.

Oltre all’operazione denominata “Mare Sicuro”, posta in essere su tutto il territorio nazionale e finalizzata alla tutela della salvaguardia della vita umana in mare, alla sicurezza della balneazione e della navigazione e alla tutela dell’ambiente marino costiero, è stata riprodotta l’iniziativa del rilascio del “Bollino Blu” alle unità da diporto. L’iniziativa, fortemente voluta dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha portato al rilascio di 132 bollini blu, attestanti la regolarità dei documenti e delle dotazioni di sicurezza delle unità da diporto controllate dai mezzi navali della Guardia Costiera, riscuotendo ampio successo ed apprezzamento da parte dei diportisti, che, navigando nel rispetto delle norme, hanno ricevuto un controllo soltanto da parte delle Autorità competenti.

Un'operazione di soccorso della Guardia Costiera durante l'estate 2015

Un’operazione di soccorso della Guardia Costiera durante l’estate 2015

Mare Sicuro ha visto effettuare 23 interventi di soccorso (in mare e sugli stabilimenti) che hanno visto coinvolte 23 persone e 9 unità navali; inoltre sono state controllate, a vario titolo 1084 unità navali ed espletati 1273 controlli alle strutture turistico-balneari. Di seguito il dettaglio con la percentuale di variazione rispetto al 2014:

Soccorsi svolti: 23 (+43%) Persone soccorse: 23 (+21%) Unità navali soccorse: 9 (+29%) Missioni svolte dai mezzi navali per soccorso: 12 (+8%) Missioni svolte dalle pattuglie terrestri per soccorso: 11 (+37%)

Sono stati 126 i verbali amministrativi elevati in cui spicca un +140% determinato da 48 illeciti per navigazione sottocosta (soprattutto nell’area di Fiorenzuola di Focara deputata alla balneazione). Aumentano del 109% anche altre violazioni con 67 verbali per utilizzo natante senza certificazione, circolazione in ambito demaniale, pesca subacquea in fascia riservata alla balneazione o in prossimità delle piattaforme. Diminuiti gli illeciti nelle strutture balneari del 35

Il Comandante della Capitaneria di Porto di Pesaro Angelo Capuzzimato ha aggiunto al termine della conferenza stampa:Quest’anno siamo pienamente soddisfatti: lo sforzo degli uomini e delle donne Costiera di Pesaro ha consentito di trascorrere serenamente la stagione balneare che ha visto, soprattutto nei fine settimana, la presenza di numerosi bagnanti e diportisti lungo i 42 km di costa pesarese. Voglio ringraziare, in particolar modo, i Gruppi Comunali e le Associazioni di volontariato di Protezione Civile che hanno collaborato in sinergia con le locali Autorità Marittime. Un ringraziamento va anche alle altre Forze di Polizia e al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Pesaro-Urbino, per aver concorso nell’attività di polizia marittima denominata “Mare Sicuro”, per mezzo dei propri presidi acquatici, con la Guardia Costiera che, si ricorda, è l’Istituzione deputata per legge all’attività di ricerca e soccorso in mare”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>