Le libere da Motegi: l’Ongetta Rivacold di “Nicco” Antonelli davanti a tutti nella Moto3. Vale ottavo

di 

9 ottobre 2015

L'Ongetta Rivacold di Antonelli sul circuito di Motegi

L’Ongetta Rivacold di Antonelli sul circuito di Motegi

MOTEGI (Giappone) – Uno scatto di reni, un circuito che piace, una Honda che va e il gioco è fatto: sul circuito di proprietà della Honda “Nicco” Antonelli e il team pesarese Ongetta Rivacold conquistano la pole provvisoria nella prima giornata di prove a Motegi. “Qui sono sempre andato a punti- spiega Antonelli – e oggi mi sentivo davvero a mio agio quindi nei due turni sono stato il più veloce: sono contento per me, per la squadra e per la Honda”. Una bella soddisfazione per il pilota di San Giovanni in Marignano, una bella soddisfazione per Mirko e Giancarlo Cecchini, i titolari del team Ongetta-Rivacold, che con questo risultato guadagnano altra stima in casa Honda, marchio con il quale gareggiano da sempre. Terzo Enea Bastianini, con la Honda del team Gresini, ottavo Fenati (team Sky by VR46), decimo Bagnaia, nelle retrovie gli altri italiani.

 

In Moto Gp uno strepitoso Lorenzo, primo in entrambe le sezioni delle libere, ha siglato un “tempone” ( 1’44”731) e inoltre ha girato con un passo impressionante a dimostrazione che la spalla infortunata, al momento, non gli causa problemi. Secondo Pedrosa, + 0.128 il suo distacco, che ha preceduto un Iannone in grande spolvero ( +0.312), quarto il Dovi (+0.328), settimo Marquez ( +0.761) al quale la frattura della mano sinistra rimediata cadendo con la bici la settima scorsa, qualche problemino lo procura. In difficoltà Valentino Rossi, ottavo a + 0.819 da Lorenzo, che non riesce a far curvare a dovere la sua M1 sia nel primo sia nell’ultimo settore del circuito: “Non sono a posto- è il commento di Vale – il bilanciamento della M1 lascia a desiderare e stressiamo la gomma posteriore: dovremo capire perché e risolvere il problema, certo – conclude- le due Ducati e Pedrosa potrebbero essere preziosi alleati di Lorenzo qui”. Tredicesimo tempo per Bradl con l’Aprilia, sottotono Petrucci 17esimo, 26esimo De Angelis con la Ioda.

 

In Moto 2 miglior tempo per Zarco il quale, non correndo Rabat per l’infortunio patito da Almeria una settimana fa, è già campione del Mondo, 12esimo tempo per Corsi, 18esimo il marchigiano Baldassarri.

Anche in Giappone, per la gioia dei buongustai, è presente la cucina pesarese con Daniele Ridolfi il quale, all’interno della sua hospitality, anche nella terra del sol levante preparerà quel coniglio in porchetta che … i “gialli” sognano anche la notte.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>