Ivan Cottini non si ferma più: triathlon acquatico nella sua Urbania per l’ex modello malato di sclerosi multipla

di 

11 ottobre 2015

Questo slideshow richiede JavaScript.

URBANIA – Lui non si ferma e continua a sorprendere. Ivan Cottini questa mattina, nella piscina comunale dell’antica Casteldurante, si è tuffato per un triathlon acquatico.

Organizzato dall’Unione Sportiva Dilettantistica Nuoto Montefeltro, l’ex modello di Urbania è tornato a nuotare… o meglio, ha nuotato. “Sai, io non sono mai stato capace a nuotare. Per me è stata la prima volta in 30 anni. Grande l’emozione”. Il ricavato della manifestazione è stato devoluto ad AISM, nelle giornate in cui nelle principali piazze italiane sono in vendita le mele.

Preparata una speciale imbracatura, Cottini è sceso in acqua con le sue gambe.

L’acqua e lo sport, un connubio che significa vita e anche il Guerriero del Montefeltro lo ha dimostrato.

Ivan, se continui di questo passo – dopo l’incontro di boxe a Mercatale, il triathlon di 4 chilometri a Fermignano e i 50 metri a nuoto di oggi – sei vicino alle Olimpiadi…
“Me l’hanno chiesto. Sai perché? Perché ho bruciato il sindaco”.
Ride Cottini ricordandosi gli ultimi metri di corsa Fermignano. Ora non vuole prendere lezioni di nuoto. No, lui ora vuole gareggiare direttamente con sua maestà stile libero, Filippo Magnini.

Vorresti sperimentare altri sport?
“Forse il paracadutismo…”

Non accenna a placarsi un po’ Ivan, ma cosa penserà di lui, così intraprendente e con questa contagiosa voglia di vivere e superare gli ostacoli, la piccola Viola?

Intanto sta preparando una sorpresa a Barbara D’Urso per il 20 ottobre, giornata nella quale sarà suo ospite negli studi di Cologno Monzese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>