Dal Ministero 150mila euro per la frana di aprile a Fontanelle e per rinforzare gli argini del Foglia. Avvalorato il progetto del Consorzio di Bonifica. Esultano Sassocorvaro e Auditore

di 

15 ottobre 2015

AUDITORE – La notizia è ormai certa. Il progetto elaborato dai tecnici del Consorzio di Bonifica per mettere in sicurezza l’abitato di Fontanelle è stato finanziato dal Ministero con 150.000 euro.

Un'immagine della frana di aprile

Un’immagine della frana di aprile

La frazione, compresa quella di San Leo Nuovo che si trova al confine fra i Comuni di Auditore e Sassocorvaro, è stata invasa dal fango colato da un calanco durante la scorsa primavera, costringendo almeno 20 famiglie ad evacuare dalle proprie case.

Il Consorzio di Bonifica, chiamato a collaborare nella fase di emergenza, ha messo a disposizione i suoi tecnici per rilevare la criticità del bacino ed ha consegnato alle amministrazioni comunali un progetto che prevede la riapertura del fosso ostruito dalla frana e la corretta regimazione delle acque meteoriche. In programma c’è anche il consolidamento dell’argine sul Foglia, così da mettere in sicurezza diverse famiglie. L’intervento sarà finanziato con i fondi del Decreto del Commissario delegato maltempo marzo 2015 (n. 2/CDM15 del 07/10/2015). A progettarlo, per il Consorzio è stato il geologo Federico Biagiotti, che descrive le operazioni di mitigazione del rischio idrogeologico. “I lavori  – spiega Biagiotti – punteranno a stabilizzare i versanti in erosione, e saranno realizzati con tecniche di ingegneria naturalistica, mettendo in sicurezza il centro abitato. Verrà inoltre installato un sistema di monitoraggio che consentirà di tenere sotto controllo l’efficacia delle opere, contribuendo ad approfondire le conoscenze sulle migliori strategie per mettere in sicurezza le aree calanchive, spesso all’origine di seri problemi”.
IMG_5040Soddisfatti i sindaci di Sassocorvaro e Auditore. “Sono estremamente contento del finanziamento del progetto – afferma Daniele Grossi, sindaco di Sassocorvaro – ora vorremmo iniziare i lavori al più presto, per mettere così in sicurezza le 20 famiglie costrette ad abbondonare le proprie case, affinché l’arrivo di nuove piogge non rappresenti più un problema. Ringraziamo il Consorzio di Bonifica per la grande collaborazione  e disponibilità dimostrata, che ci permetterà di regimentare le acque e riaprire due fossi di scolo, e presto di creare un nuovo argine a protezione degli abitati”.
“Bene la prima tranche dei finanziamenti – sottolinea il sindaco di Auditore, Giuseppe Zito – anche se per mettere in sicurezza tutto il territorio a rischio occorreva una cifra ben maggiore.  Ringraziamo comunque tutti gli enti che si sono attivati, ed in particolare il Consorzio di Bonifica con il presidente Claudio Netti, per averci messo a disposizione tecnici competenti in brevissimo tempo”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>