Dal Sol Levante alla terra dei canguri, “Nicco” Antonelli e l’Ongetta Rivacold col morale a mille

di 

15 ottobre 2015

PESARO – Dopo la vincente trasferta giapponese, che aveva visto Niccolò Antonelli trionfare a Motegi (secondo successo stagionale dopo quello di Brno), il Team Ongetta Rivacold si sposta nella splendida Australia, esattamente a Phillip Island, uno dei circuiti più apprezzati dai piloti. Il meraviglioso tracciato australiano piace molto ad Antonelli, rider della VR46 Academy di Valentino Rossi, che anche nella terra dei canguri cercherà di essere grande protagonista, con l’obiettivo di chiudere il campionato nelle prime tre posizioni (attualmente a tre gare dalla fine, Australia, Malesia e Valencia è quarto a 18 punti dalla terza piazza).

Niccolò Antonelli

Niccolò Antonelli dopo la vittoria in Giappone

Il finale di stagione del pilota di Cattolica è andato sempre in crescendo e “Nicco” vuole arrivare a Valencia in grandi condizioni, così da proiettarsi subito nel 2016. Anche al suo team-mate Jules Danilo il tracciato piace molto e l’obiettivo del pilota francese rimane sempre la zona punti.  A causa del fuso orario chi vorrà seguire il Gran Premio dall’Italia sarà costretto a delle alzatacce. Alle ore 01:00 (orario notturno) di domani è infatti in programma la prima sessione di prove libere, sabato alle 04:35 le qualifiche e domenica alle ore 04:00 la gara.

Niccolò Antonelli:Phillip Island mi piace molto, è una pista veloce con molti saliscendi. Sarà importante lavorare bene sin da venerdì e trovare un buon assetto alla moto per farla curvare molto. Veniamo da una vittoria a Motegi ed è fantastico ma è importante non perdere la concentrazione e continuare a seguire la direzione giusta“.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>