myCicero da urlo: 3-1 a casa dell’ambiziosa Trento

di 

18 ottobre 2015

DELTA INFORMATICA TRENTINO – MYCICERO PESARO 1-3 (19-25; 25-20; 27-29; 26-28)
DELTA INFORMATICA TRENTINO: Demichelis 2, Pistolato 9, Martinelli 12, Marchioron 8, Guatelli 13, Repice 6; Zardo (L), Michieletto 2, Antonucci 4, Segura, N.e.: Bogatec, Bortoli. All.: Gazzotti
MYCICERO PESARO: Sestini 11, Mezzasoma 12, Babbi 10, Mastrodicasa 9, Di Iulio 4, Liliom 14; Zannini (L), Bordignon 7, Gennari, M’Bra 1. N.e.: Arciprete, Di Marino. All.: Bertini
ARBITRI: Piubelli e Traversa
NOTE: Delta Informatica: battute sbagliate 12; battute vincenti 3; ricezione 74% (prf. 40%); attacco 25%; errori 31; muri 11; myCicero: battute sbagliate 16; battute vincenti 4; ricezione 78% (prf. 40%); attacco 29%; errori 37; muri 8

La presentazione della myCicero Volley Pesaro 2015-2016

La presentazione della myCicero Volley Pesaro 2015-2016

TRENTO – Parte con il botto il campionato del ritorno in serie A della myCicero. In casa di una delle sicure protagoniste della stagione, Pesaro vince da tre con una perla nel terzo set: sotto 19-24, Babbi e compagne hanno avuto la grande freddezza e solidità (nonostante le numerose esordienti nella massima serie) di recuperare fino ad aggiudicarsi il parziale (29-27).

E’ stata una partita molto nervosa, contraddistinta da parecchi errori da ambo le parti ma Pesaro ha fatto valere la forza del gruppo (emblematica la rimonta del terzo set) mentre dall’altra parte della rete, è giusto riconoscerlo, la Delta ha pagato lo scarso amalgama e una non brillante condizione fisica.

Primo set con la myCicero subito avanti: Di Iulio distribuisce bene il gioco e Pesaro si aggiudica subito il parziale. La Delta, però, non ci sta e si fa subito sotto nel secondo set limitando gli errori e sfruttando, invece, quelli di Pesaro. Sembra un monologo delle padrone di casa perché le ragazze di Gazzotti conducono le danze fino al 24-19 della terza frazione: il turno in battuta della Mastrodicasa risulta letale per le padrone di casa che vengono tramortite dalla rimonta pesarese e devono cedere sorprendentemente un parziale che sembrava saldamente nelle loro mani (27-29).

Pesaro non parte benissimo nel quarto e ultimo set: sono ancora Repice e compagne a menare la danza fino al 23-21 ma la myCicero dimostra carattere e un cuore veramente grande: si porta sul 24-23 fino a chiudere, in proprio favore, la contesa sul 28-26.

“La difesa è stata la nostra arma in più – le parole di coach Matteo Bertini al termine della partita – è stata una guerra di nervi ma ci abbiamo sempre creduto e sono particolarmente felice perché anche chi è entrato a partita in corso ha dimostrato di essere all’altezza delle titolari. E’ stata la vittoria del gruppo. C’è ancora tanto lavoro da fare ma vincendo queste partite si lavora più serenamente”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>