Alex Baldolini: “Caro pu24, vi racconto il mio sfortunato weekend in Qatar”

di 

20 ottobre 2015

Alex Baldolini*

Ciao PU24,
eccomi qua a raccontarvi l’ultimo round della stagione che si è svolto a Doha in Qatar.

Dopo l’ottimo week-end di Magny Cours contavo di ripetermi, ma onestamente le fortuna non ci ha aiutato anche questa volta e sabato (casualmente era il 17) è stata una giornata disastrosa (serata visto che giriamo di notte): nelle FP3 ho rotto il motore dopo pochi giri e di conseguenza abbiamo perso tutto il turno e praticamente anche tutta la qualifica visto che per cambiare il motore ci vuole un po’ di tempo; in parole povere tra i due turni di sabato sono riuscito a mettere insieme un totale di 4 giri (2 nelle libere e 2 nelle ufficiali), nonostante tutto sono comunque riuscito a classificarmi in 12ª posizione in griglia facendo solo due giri.

Come detto questo ultimo round è stato diciamo un succo della nostra stagione, dove la sfortuna e i problemi tecnici hanno cercato di rallentarci ma noi, siccome siamo dei testoni, non abbiamo mai mollato e abbiamo cercato di portare a casa il miglior risultato. Domenica ho deciso di partire con la gomma morbida (come molti davanti a me) ma ero consapevole che non avendo potuto “affinare” la messa a punto sarebbe stato difficile mantenere il ritmo da metà gara in poi, ma la mia voglia di cercare di stare con il gruppo davanti era troppa, così ho deciso di rischiare. Il motore che abbiamo utilizzato in gara (dopo aver perso quello “buono”) è decisamente meno performante dell’altro (l’avevo utilizzato anche a Sepang lamentando gli stessi problemi) ma era rimasto solo quello, quindi ci siamo dovuti arrangiare. Ho cercato di recuperare all’inizio, i tempi sul giro non erano male ma come prevedevo a metà gara sono iniziati i problemi: i piloti davanti a me riuscivano a tenere un ritmo più elevato mentre io faticavo a tenere la moto in pista e ho iniziato a girare un po’ più lento; i piloti del gruppo dietro di me mi hanno raggiunto e ho cercato di tenere il loro passo fino alla fine ma a 4 giri dal termine ho dovuto alzare bandiera bianca e rallentare a causa di forti vibrazioni che avevo in ingresso curva. Nell’ultimo giro sono riuscito a sorpassare Faccani che era finito fuori pista e ad agguantare così l’8ª posizione finale in gara, non era esattamente come avrei voluto finire la stagione, ma sinceramente era difficile fare di più avendo girato così poco…. Grazie a questo risultato sono riuscito a scavalcare in classifica Gamarino e Faccani (che mi avevano superato dopo lo stop di Magny Cours) e chiudere così il mondiale in 8ª posizione (non male se pensiamo che ho avuto 4 gare in cui ho raccolto 0 punti a causa di problemi tecnici).

Sono davvero felice per me e per il team; abbiamo fatto uno sforzo enorme durante l’anno e gli inconvenienti tecnici hanno cercato di fermarci ma noi non abbiamo mai mollato e ci abbiamo sempre creduto chiudendo tutte le gare dove ho visto la bandiera a scacchi nella top ten (non male per un team che era alla sua prima stagione nel campionato del mondo) e nell’ultima parte della stagione siamo sempre stati costantemente a ridosso dei team ufficiali, quindi era davvero difficile chiedere di più. Ora ci rimbocchiamo le maniche perché* è arrivato il momento di preparare la stagione 2016 dove vogliamo essere di nuovo presenti e migliorare ancora. Spero che Pesaro ci possa aiutare nel nostro progetto, quindi se qualcuno vuole darci una mano per la prossima stagione che ci contatti!

Ciao e alla prossima!!!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un commento to “Alex Baldolini: “Caro pu24, vi racconto il mio sfortunato weekend in Qatar””

  1. selene scrive:

    La tenacia e il motto: “non mollare mai”, fa parte della nostra vita a 360 gradi …. Lo spirito è quello giusto, speriamo che un pò di fortuna sia dalla nostra parte il prossimo anno e come diciamo a Pesaro, “dai de Gass sempre”!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>