Rossi e Marquez… come rovinare un grande campionato

di 

25 ottobre 2015

Rossi e Marquez prima della gara

Rossi e Marquez prima di una gara (foto tratta dal web)

SEPANG (Malesia) – Il decimo titolo Mondiale Valentino Rossi non lo ha perso oggi rifilando un calcio a Marquez: oggi ha perso la faccia ma non è il solo perché, anche Marquez, non ha fatto bella figura.

Il decimo titolo Mondiale Vale lo ha perso giovedì, quando ha attaccato pubblicamente e ferocemente in conferenza stampa il piccolo diavolo della Honda.

Oggi la Direzione Gara ha rifilato a Rossi tre punti di penalità sulla “patente” che, sommati a quello di Misano, fanno quattro per cui a Valencia – per regolamento – Vale partirà ultimo e il decimo Mondiale, con soli 7 punti di vantaggio su Lorenzo, ora è più lontano per il Dottore.

Marquez in gara oggi a Sepang ha messo sotto cura Vale e gli ha rifilato una “suppostina” non da poco.

Marquez, come detto, è un piccolo diavolo e l’affronto feroce subìto in sala stampa giorni fa, se lo è legato al dito.

A differenza dei piloti che in passato sono stati (come amano dire i “rossiani”) demoliti dalle strategie attuate dal 46 sia in pista sia fuori, Marquez ha reagito in maniera inaspettata.

Il piccolo diavolo della Honda è “un fiulin” come dicono dalle nostre parti, un ragazzino che, praticamente, del blasone di Rossi se ne frega. Anzi, come tutti i bambini, si diverte a sfidarlo sul suo terreno.

Oggi Marquez ha fatto quello che fanno tutti i ragazzini (se avete figli piccoli in casa è più facile comprendere il concetto), ha voluto far pagare a Vale l’affronto che il tavulliese gli ha fatto nella sala stampa di Sepang.

Marc, giovedì pomeriggio, era diventato rosso come un peperone mentre Vale lo apostrofava: sentirsi accusare di essere “complice” di Lorenzo dopo averlo battuto all’ultimo giro lo aveva fatto imbufalire.

Il motociclismo è uno sport individuale, ogni pilota è convinto di essere il più forte di tutti e l’accusa di aiutare una avversario è particolarmente frustrante.

Per questo Marquez oggi in gara ha messo in “cura” Vale, questa volta il dottore lo ha fatto lui il piccolo diavolo e non vedeva l’ora di farlo: era da giovedì che ci pensava.

Praticamente Vale, che sulla tuta sfoggia la scritta “the Doctor”, dopo anni di “cura” ai vari colleghi che ha massacrato non solo in pista, oggi ha trovato colui che gli ha reso pan per focaccia con gli interessi.

Il piccolo diavolo della Honda ha il viso da “fiulin” ma è vendicativo come Vale, cattivo come Vale.

Praticamente Marquez , secondo il nostro modesto parere, in gara oggi ha “aspettato” Vale, dopo il sorpasso subìto da Lorenzo, Marc sapeva di avere Rossi alle spalle ed ha cominciato a “spigolare”.

Lo ha fatto scientificamente, lo ha penalizzato rallentandolo senza commettere scorrettezze agonistiche, scientificamente appunto, e questo ha fatto imbufalire Rossi che si sentiva in grado di andare a prendere Lorenzo. Ma Marc glielo impediva.

Per questo Rossi ha perso la testa e, anche lui scientificamente, ha portato Marquez – guardandolo in faccia- ad allargare la traiettoria e poi… gli ha sferrato un calcio.

Questo, il calcio, Rossi lo ha sferrato… umanamente non scientificamente cadendo nel tranello che il “fiulin” aveva preparato con cura al Dottore.

Marquez ha preso la sua rivincita, Rossi ha “beccato” e lo sport ha perso alla grande perché con un calcio arrivato dopo un comportamento ambiguo, abbiamo capito che Grandi campioni non esistono: ci sono solo piccoli uomini.

Chissà se Marquez è caduto per il calcio, forse no, forse sì, ma il piccolo diavolo ha centrato l’obiettivo cioè di far perdere le staffe a Rossi e ci è riuscito benissimo: chi di pressione ferisce di pressione….

Che poi entrambi abbiano perso la faccia è altra cosa.

Praticamente oggi abbiamo vissuto una bruttissima giornata di sport: due campioni oggi non troppo grandi che hanno rivelato il loro spessore in mondovisione, mentre un Piccolo pilota, Pedrosa, sin troppo bistrattato in passato, andava a vincere la gara davanti a Lorenzo e Rossi.

Un bravo di tutto rispetto a Danilo Petrucci, sesto con la Ducatona del team Pramac. Lui, Petrux, è un Grande e, infine, oggi De Angelis torna a casa finalmente.

24 Commenti to “Rossi e Marquez… come rovinare un grande campionato”

  1. Gino the Bike scrive:

    Concordo brutta giornata di sport, brutta giornata per i tifosi di Rossi e Marquez ma i tifosi sono tifosi gli sportivi sono ….

  2. dai de gas scrive:

    Mi ha colpito l imbarazzo degli uomini Yamaha e l’arrampicamento su vetri dei cronisti tv

  3. SmaneTONER scrive:

    ora non vedo l’ora di leggere le pagelle di Joe Bar e il pensiero della Marika cmq il pezzo non le manda a dire

  4. Margherita scrive:

    Incomprensibile la difesa di ufficio di Rossi dei commentatori: Vale ha sbagliato i calci non si danno

  5. VV scrive:

    Ottimo articolo e soprattuto descrizione impeccabile dei fatti.
    Vale (non Rossi) e Laura B.

  6. James Hawak scrive:

    ottimo esempio di peggioramento psico infantile del mondiale moto Madonina bona che figuraccia

  7. Jack scrive:

    Una cosa è preferire un pilota all altro un’altra e’ vedere un ragazzino moccioso che si è messo in testa di decidere chi deve vincere il mondiale pur avendo 100 punti di meno. Mai ho visto per piu’ gare un comportamento antisportivo del genere, basta controllare i tempi di quando lo ha sorpassato lorenzo e poi rossi. E non è la prima volta, ripetitivo. Al resto ci ha pensato il potere spagnolo della GP che fa il bello e cartivo tempo. Chiunque abbia una patente A sa che non si casca x uno pseudocalcetto, il moccioso è cascato perche’ non voleva mollare uscendo di traiettoria dove Vale lo stava portando. Ci sarebbe anche da domandarsi chi ha portato a tutto questo…rovinando in mondiale che si poteva giocare all ultima curva. Purtroppo è dura arrivare dietro a uno col doppio dei tuoi anni, ma questi mocciosetti che ora si spalleggiano a vicenda ne hanno di strada da fare per diventare uomini. E solo con loro le gare sono noiose e non le guarda nessuno, provato e comprovato.

    • max scrive:

      Mi dispiace Brusco, ma stavolta devo dissentire….
      Non c’è stato nessun calcio, Rossi ha perso la pedana quando ha ricevuto il colpo della Honda di MM.
      Sul fatto che sia stato un pollo ad abboccare alla provocazione, questo è un altro discorso… non mi sarei aspettato che uno con la sua esperienza cadesse in un tranello così evidente… come era evidente che nelle dichiarazioni del giovedi, quello che Vale ha detto era la sacrosanta verità. Poi, se ha fatto bene o no a dirlo, o se era meglio chese la fosse tenuta per sè, quento non si può dire…ormai è andata così…
      Certamente è un mondiale falsato, perchè è stato evidente che MM93 favoriva Lorenzo (come se ne avesse avuto bisogno), basta vedere come l’ha fatto passare simulando un “lungo”, per poi incarognirsi con Rossi subito dopo. se avesse davvero giocato sportivo, avrebbe duellato con Lorenzo, non con Rossi, o per lo meno con entrambi.
      La Direzione gara ha preso decisione scialba, a metà, ammettendo che anche MM93 eras stato scorretto, ma non punibile…
      In ogni caso, vedremo come andrà a finire: concordo che è stato un finale di campionato avvincente, ma macchiato da delle brutte azioni. Se Lorenzo lo vincerà (molto probabile), sarà in ogni caso in comproprietà con MM93, senza il cui aiuto, probabilmente, non ce l’avrebbe fatta.

  8. James Hawak scrive:

    Scusate ma fino a prova contraria il calcio è stato evidente nel senso che si è visto ma quello che ha detto Rossi “mi ha esasperato” è davvero importante…

  9. Danilo scrive:

    I tifosi di quello di Tavullia sono sull’orlo di una cri di nervi, non vedono bene e non ricordano neppure, parlano di potere spagnolo quello che ha sempre protetto il loro idolo ma x favore

  10. Patatina scrive:

    Ora lamentino dice che non va a Valencia a me non mancherà

  11. Patatina scrive:

    Scusta è sttao u nerrore di battuta mi scuso volevo dire Valentino

  12. Aroldo scrive:

    Secondo me Rossi si divrebbe scusare ma anche oper scusarsi ci vuole coraggio e umiltà

  13. Marika scrive:

    Sono d’accordo con Max e Jack! Si è visto chiaramente che Vale, ESASPERATO dai continui ATTACCHI “kamikaze” di Marquez, ha cercato di rallentare per portare Marc all’esterno, per scrollarselo di dosso, poi Marquez si è APPOGGIATO alla M1 di Vale, il quale ha allargato il GINOCCHIO e poi ha perso il piede dalla pedana! Ma neanche un santo avrebbe potuto subire passivo a tali pressanti provocazioni… Marquez mi ERA simpatico, poi dopo Assen mi era scaduto … ma ora mi è scaduto definitivamente sotto ai piedi. E oggi ha dimostrato che le dichiarazioni di Vale di giovedì, Non solo erano VERISSIME , ma dimostra anche poca intelligenza. Vale lo ha SMASCHERATO davanti al mondo intero e lui anziché far marcia indietro e lasciare il dubbio che le accuse di Vale fossero infondate, oggi fa anche peggio e si attacca a Vale per esasperarlo e indurlo all’errore, con una PALESE serie di infinite provocazioni e se Marquez non fosse caduto, Non mi stupirei se l’obiettivo del piccolo Marc fosse proprio quello del kamikaze e si era messo in testq di far cadere Vale: o cade lui o cado io, in ogni caso gli rovino la festa e questo Mondiale Non lo vince. NO mi spiace, forse Non so se ci ha pensato bene, ma Marquez con questo si è MACCHIATO definitivamente la carriera, perché potrebbe vincere anche 10 Mondiali (cosa impossibile) ma NON sarà MAI un VERO Campione. NON sarà MAI amato come Vale, NON vale nemmeno un’unghia di VALE. Un VERO Campione deve anche saper perdere, un VERO Campione può’ anche sbagliare, puo’ essere aggressivo, ma NON puo’ essere cosi stupidamente scorretto, deve essere anche UOMO. Marquez dietro quel suo sorrisetto, ha fatto la parte dell’ ‘AMICO” FALSO che ti pugnala alle spalle! Da un NEMICO uno sgarbo puoi anche aspettartelo, da un “AMICO” una serie infinita di sgarbi, no… Qundi Marquez doppiamentte FALSO e su Lorenzo stendo un velo pietoso! Addirittura NON pensa a Valencia e aspetta che il direttore di gara penalizzi Vale? E lo aveva detto; mi aspetto aiuti dalle Honda o dalle Ducati… credevo una caduta di stile dovuta alla pressione, invece sembrerebbe quasi un piano… Mi sorge un altro dubbio , ma Non lo dico ora ..
    2 piccoli ominuncoli questi 2 spagnoli, meglio Pedrosa.
    Ho sentito Vale ora in tv, forse rinuncia a correre a Valencia…. spero ci ripensi, ma anch’io mi sento svuotatata e ammareggiata e qualsiasi cosa decida VALE, io LO RISOETTO e comunque vada, al di là della REAZIONE UMANA di oggi, per me il VINCITORE di Questo Mondiale è uno solo: VALE♥ !!!

  14. Marco scrive:

    difficile difendere Vale ma il credo dei tifosi è più forte della realtà

  15. JOE BAR scrive:

    Come non bastassero le alte temperature della Malesia, l’ambiente viene oltremodo surriscaldato dal duello prima mediatico, poi trasferito in pista, tra Vale e Marquez. Avrei voluto commentare sulla conferenza stampa di Giovedì ma poi mi sono ricordato di essere un uomo di sport e soprattutto di pagelle. Per cui ho aspettato la gara che mi ha permesso di vedere meglio le cose ed esprimere un giudizio più compiuto. Cominciamo!
    PEDROSA – Il week end inizia subito bene. Si trova immediatamente a suo agio con la sua moto. Dopo il passaggio a vuoto australiano lascia la compagnia di persone poco raccomandabili e si rimette a fare quello che meglio sa fare: IL SOLITARIO. Al pronti via scappa subito via e diventa subito irraggiungibile. Illude Lorenzo per qualche giro ma poi con il suo stile di guida (bellissimo a vedersi), macina giro su giro con un ritmo insostenibile per tutti. VOTO 10 – Lupo solitario.
    LORENZO – Non è solito partire dalla seconda fila ma il maiorchino non sembra non avere alcuna pressione. Come un automa non si scompone di un millimetro. Guida subito forte e resta così concentrato che nel giro di un paio di tornate si scrolla di dosso la compagnia delle Ducati e con poco più di un secondo da recuperare sul terzetto di testa mette la sua M1 in modalità “recupero veloce”. Così veloce che recupera in pochissimo tempo su Valentino, che non riesce a replicare al compagno di squadra. La stessa sorte tocca a Marquez, complice un lungo su una staccata. Poi si invola su Pedrosa. La rimonta sembra cosa fatta ma il robottino di Sabadel oggi risulta imprendibile per chiunque. Nella classifica mondiale recupera quattro punti a Rossi. Oggi di più non si poteva fare. VOTO 9,5 – Solido come una roccia.
    THE DOCTOR – Il dottore è ormai diventato professore ordinario tanto che durante la conferenza stampa di giovedì illustra con dati precisi l’analisi sullo stato di salute del suo paziente spagnolo. La diagnosi è chiara: il paziente deve assolutamente astenersi dall’effettuare pratiche agonistiche per evitare di finire sotto i ferri di un’operazione DIFFICILISSIMA! Durante la degenza il paziente perde la fiducia del suo medico non condividendo la sua diagnosi; questo altera la salute del paziente che non ascolta i suggerimenti del Doctor, tant’è che l’intervento diventa inevitabile. Ed allora ecco che con grande maestria The Doctor opera sul paziente un incisione perfetta di alta chirurgia sulla mano destra dello spagnolo. Intervento riuscito perfettamente, però … nasce un problema. Il problema del paziente non sta nel polso destro ma nel suo cervello. Il tutto finisce in un caso di malasanità in cui tutti dicono la loro opinione e tutti hanno torto e tutti hanno ragione. VOTO 4,5 – Forse la diagnosi è corretta ma la cura non è quella giusta e andrebbe rivista. Chirurgo impazzito!
    ROSSI – Parte alla grande e rimane incollato ai due spagnoli della Honda per qualche giro. Poi in un attimo arriva Lorenzo che in un batter d’occhio si porta in seconda posizione. Da questo momento in poi ingaggia per due giri una battaglia fatta di sorpassi e controsorpassi con una formica. Una formica speciale in quanto Atomica. Prima di giovedì Rossi non aveva mai letto un piccolo libricino dal titolo “Anche nel loro piccolo le formiche si incazzano”. Poi se sono Atomiche la questione si complica ulteriormente. A questo punto Rossi decide di accompagnare Marquez sul prato di Sepang con l’intento di farci una chiacchierata per venire a più miti consigli ma ormai e tardi. Lo guarda più volte ma la piccola formica è troppo arrabbiata e nell’intento di riguadagnare l’asfalto si appoggia alla M1 di Rossi che a quel punto perde le staffe e con una ginocchiata si scrolla di dosso quella maledetta formica che si è messa in mezzo tra lui e il decimo mondiale. Forse l’idea di vincere il decimo mondiale è diventata un’ossessione che gli ha fatto perdere il lume della ragione. Non si presenta alla conferenza stampa e dice che non sarà a Valencia. Come uomo di sport ha perso molto vedremo se saprà recuperare. VOTO – Per tutto quello che si è visto e sentito non merita neppure un voto. FURIOSO E FURIBONDO PERDE LA RAGIONE.
    MARQUEZ – Dietro quel sorriso da ragazzino simpatico si nasconde una mente con una forza ed una cattiveria agonistica” terribile”. Dopo Giovedì e prima della gara torna a casa e strappa il poster di Rossi appeso in camera sua. Poi infila il casco e fa di tutto per cercare di fargliela pagare a quello di Tavullia. Lucido come non mai non commette una scorrettezza ma riesce nell’intento di far perdere le staffe ad uno come ROSSI che abbocca come un novellino. È evidente che contro Marquez non bastano le vecchie strategie utilizzate per battere Biaggi o Gibernau. Anche se Rossi non ha tutti i torti se vuol vincere il decimo mondiale deve fare i conti in pista anche contro avversari non proprio corretti. VOTO – Pr il voto anche Marquez non merita considerazione. Con il comportamento e l’atteggiamento tenuto in gara da ragione a Rossi. QUELLO PIÙ FURBO NON È MAI IL PIÙ INTELLIGENTE.
    IANNONNE, DOVIZIOSO e DUCATI– Ci provano ma fin dall’inizio si capisce che per loro sarà una gara difficile. Finisce tutto nel giro di pochi giri quanto rispettivamente la Ducati di Iannone si ammutolisce e quando il Dovi, in buona posizione decide di stendersi sull’asfalto. VOTO 4,5 – LE ASPETTATIVE DI INIZIO ANNO CONTINUANO AD ESSERE TRADITE.
    DORNA – Davanti all’imbarazzo generale di pubblico, i dirigenti e meccanici di honda e yamaha per non parlare dei telecronisti, costruisce una sentenza discutibile ma che a mio parere è un capolavoro. Rossi a Valencia partirà dall’ultima casella senza alcuna squalifica o detrazione di punti. VOTO TRA IL 2 E IL 10 – TRA LUCI ED OMBRE SALVA CAPRA E CAVOLI. IN QUESTO MODO IL MONDIALE RIMANE ANCORA APERTISSIMO.

  16. GIORGIO scrive:

    SCRITTO MOLTO BENE E MOLTO BELLO ANCHE PER QUELLO CHE NON DICE MA LASCIA SUGGERIRE

  17. Roberto scrive:

    Sarà anche un luogo comune, ma che belli i tempi dei vari Reed, Agostini, Saarinen, Pasolini & co.poca tv, niente conferenze stampa, nessun “obbligo” di business. È giusto che il progresso faccia la sua strada ecc, ecc,ma poi non lamentiamoci se un campione affermato può soffrire di “onnipotenza”, se un campioncino in fase di lancio vuole diventare “onnipotente” in breve, se uno che ha già una buona dose di “onnipotenza”, per arrivare al totale ha bisogno di aiuti, se certa stampa e tv vivono di “onnipotenza”.A mio parere ieri ha perso lo SPORT e hanno vinto i media, che venderanno e avranno tanta audience. E noi appassionati? Continuiamo comunque nei nostri “sani ” scontri di opinioni, perché la ns passione è la vera ” onnipotenza”.

  18. Apollo scrive:

    A me Pedrosa è simpatico per quanto è sfortunato, domenica ha vinto ma non se lo è filato, proprio nessuno povero Dani tutti a parlare di Rossi

  19. IL BARISTA scrive:

    Forse sono l’unico che ha capito che Marquez e Lorenzo si sono alleati per far perdere il mondiale a Vale? E’ questa l’unica vera vergogna. Non si e’ mai visto guidare come Marquez ieri, palesemente per mettere in difficolta’ un altro pilota invece di cercare di vincere. E l’unico penalizzato e’ Vale perche’ esasperato da una strategia antisportiva ha deciso di farglielo capire prima con le buone e poi con le cattive mentre chi doveva intervenire faceva da spettatore non pagante.

  20. Dario scrive:

    Pienamente in linea con il pezzo scritto dal mitico Brusco. Essere grandi, quantomento nello sport, non significa fare i fenomeni sempre e comunque. Gli altri esistono. Ora lo sa anche Vale

  21. Luciano scrive:

    Il miglior articolo dedicato alla vicenda.

  22. alehandro scrive:

    …bombo minkia ha colpito per primo con una testata (stile zidane) e ha fatto ostruzionismo, valore del personaggio ZERO. Inoltre che va in pista ne capisce di più e sa che ad un contatto a tali velocità/tensioni è facile reagire respingendo e recuperando equilibrio alzando la gamba esterna….perciò bimbo minkia ha rischiato di far cadere anche Vale cosa che avrebbe peggiorato ancor di + la sua posizione.

  23. Marco scrive:

    @Maurizio Bruscolini
    Che film hai visto? Perchè la tua descrizione del GP non è quello che ho visto io ed altri milioni di persone.
    Se sei un anti Rossi, e ce ne sono tanti, evita di alterare la realtà!

    Cordialmente
    Vanzo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>