Vecchio Palas, presentato il progetto definitivo. Ricci: “Gara entro dicembre”

di 

27 ottobre 2015

Nardo Goffi e Matteo Ricci sul vecchio Palas

Nardo Goffi e Matteo Ricci sul vecchio Palas

PESARO – Mentre il Comune, con atto notarile, si riprende la proprietà dell’hangar di viale dei Partigiani, arriva in giunta il progetto definitivo di ristrutturazione e miglioramento statico del vecchio palas. “Così come era previsto entro il mese di ottobre, rispettando la tabella di marcia”, commenta Matteo Ricci.

Presentazione affidata a Goffi, Pozzolesi, Baiocchi, Scalzi, ovvero il team del Comune impegnato nell’operazione. Con decine di tavole tecniche che passano sotto gli occhi del sindaco, da ogni angolazione, prima del commento finale: “La cifra distintiva è la flessibilità. La struttura potrà essere utilizzata per Rof, convegnistica, sport. Diventerà strategica per la città”. C’è il rifacimento completo del tetto, “più alto e funzionale alle esigenze del Rossini Opera Festival, con nuove travatur e fotovoltaico”, abbinata a una “chiara riqualificazione estetica e impiantistica. Con interventi sulla parte strutturale (per un milione e 300mila euro sul totale complessivo, ndr)”.

Matteo Ricci sul vecchio Palas

Matteo Ricci sul vecchio Palas

Dicono i tecnici: “Migliorerà l’acustica anche per le iniziative extra Rof, grazie ai ricercati equilibri tra tetto e controsoffitti”.

Due le ‘agibilità': mille posti per lo spettacolo, fino a 2500 persone per lo sport. Nel mezzo, Ricci continua a chiedere velocità. Gara in uscita entro dicembre, dopo la conferenza dei servizi per i pareri dei soggetti coinvolti. Prima, nei prossimi step, il Comune venderà la parte di commerciale lato via Marconi, su cui è noto l’interesse di Pesaro Parcheggi. Così Ricci: “Il progetto? Bellissimo: eravamo partiti dall’idea di una risistemazione vintage. Ma questa è una ristrutturazione di grandissima qualità, con spazi in più, che faranno di questa infrastruttura un vero volano per economia pesarese, turismo, cultura e sport”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>