“Giornata della sicurezza sul lavoro”: grazie agli studenti emozioni e divertimento al Bramante di Urbania

di 

30 ottobre 2015

URBANIA – Ha emozionato, divertito e fatto riflettere lo spettacolo “Sicuramente insieme” che gli studenti di 5 istituti superiori (liceo scientifico “Torelli” di Pergola, istituto d’istruzione superiore “Raffaello” di Urbino, liceo classico e linguistico “Mamiani” di Pesaro, liceo classico “Nolfi” di Fano e liceo scientifico e musicale “Marconi” di Pesaro) hanno messo in scena al Teatro Bramante di Urbania per l’ottava “Giornata provinciale della sicurezza nei luoghi di lavoro” promossa da Provincia di Pesaro e Urbino, Inail e Anmil, con il patrocinio del Comune di Urbania e la collaborazione di Vigili del fuoco, Asur Area Vasta 1, Direzione territoriale del lavoro e Ufficio scolastico provinciale. I laboratori teatrali svolti durante l’anno negli istituti partecipanti al progetto “Scuola di platea: è di scena la sicurezza”, curato dall’Amat con il sostegno dell’Inail e coordinato dalle referenti Amat Monica Ruggeri e Camilla Murgia, hanno prodotto un risultato straordinario: rendere gli stessi ragazzi protagonisti e sempre più consapevoli sul tema della sicurezza, declinato nelle sue tante sfaccettature. Così come protagonisti sono stati gli studenti vincitori del concorso “Il destino non c’entra”, promosso dall’Anmil, che nelle tre sezioni (video; grafica/illustrazione/pittura; prosa e poesia) hanno dato prova di abilità e sensibilità.

“Sono felice della vostra presenza – ha detto il sindaco di Urbania Marco Ciccolini agli studenti – perché è una giornata importante: la sicurezza sui luoghi di lavoro non va mai trascurata, il diritto alla protezione va al di là del rapporto costi/benefici di un’azienda. Voi potete essere uno strumento importante nella sensibilizzazione, facendovi portatori di questo messaggio”.

Come evidenziato dal vice prefetto Antonio Angeloni, il principio che si persegue con la Giornata della sicurezza è proprio quello della prevenzione e le iniziative dei giovani sono sempre un buon punto di riferimento per quanti operano in questo settore. “Quando lo scorso anno sono diventato presidente della Provincia – ha detto Daniele Tagliolini ai ragazzi – ho preso un impegno: ascoltare attentamente le richieste di studenti e insegnanti. Abbiamo messo a bilancio oltre 7,5 milioni di euro affinché le scuole siano il luogo migliore per farvi crescere, anche se nella sicurezza è fondamentale la partecipazione attiva del cittadino, è uno sforzo che dobbiamo fare tutti insieme”. La giornata, coordinata da Paola Patrignani dell’Inail, ha visto anche un momento formativo per “Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza” su “Stress da lavoro correlato”, curato dalla dottoressa Maria Pia Cancellieri dell’Asur Area Vasta 1, che ha coinvolto gli studenti grazie a simpatici filmati con il personaggio Napo (visionabili sul sito www.inail.it).

GLI STUDENTI PREMIATI

Sono stati poi consegnati i riconoscimenti ai vincitori del concorso scolastico “Il destino non c’entra”, a conclusione di un percorso svolto nelle classi IV degli istituti superiori da tutti i soggetti facenti parte del “Tavolo provinciale della sicurezza”. Per la sezione “video”, prima classificata Azzurra Martinelli della IV AFM dell’istituto “Montefeltro” di Sassocorvaro, al secondo posto l’intera classe IV BCH dell’Itis “Mattei” di Urbino, al terzo Francesco Zappetti della IV AFM dell’istituto “Montefeltro” di Sassocorvaro. Per la sezione “Grafica/Illustrazione/Pittura” prima classificata Sofia Marchetti della IV C Polo 3 “Olivetti” di Fano, secondo Fabio Mularoni della IV D ISA Scuola del libro di Urbino, terza Anna Bernardini della IV D ISA Scuola del libro di Urbino. Per la sezione “Prosa e Poesia”, prima Aicha Habibi della IV AFM dell’Istituto “Della Rovere” di Urbania, secondi Davide Franceschetti e Manuel Sambuchi della IV A “Archimede” Polo 3 di Fano, terzo Sonny Briscini della IV “Archimede” Polo 3 di Fano. La scuola vincitrice per maggior numero di elaborati e studenti coinvolti è stato l’Istituto “Archimede” Polo 3 di Fano, a cui la funzionaria Inail Lorena Urbinelli ha consegnato un maxi assegno di duemila euro. Un premio speciale, alla memoria di Massimiliano Bertozzi (morto a 25 anni nel tentativo di salvare due colleghi di lavoro) è stato messo a disposizione dall’associazione “Maxi onlus – Massimiliano Bertozzi” e consegnato dalla mamma, Anna Portalupi Bertozzi, alla classe IV D dell’ISA Scuola del libro di Urbino per un’intera campagna promozionale realizzata sulla sicurezza.

DIMOSTRAZIONI DEI VIGILI DEL FUOCO

La giornata, che era iniziata con la sfilata delle bandiere delle associazioni sindacali e datoriali da piazza della Libertà al teatro Bramante, si è conclusa con una dimostrazione dei vigili del fuoco sul corretto uso di attrezzature collegate non solo al lavoro ma anche al tempo libero (motosega, decespugliatore e smerigliatrice angolare), invitando i ragazzi a scoprire gli errori da evitare.

“Nelle prime edizioni – ha detto Stefano Cecchini del comando provinciale di Pesaro e Urbino – eravamo noi a sensibilizzarvi, oggi i semi di cultura della sicurezza piantati in questi anni hanno dato buoni frutti e sul palco siete stati voi, che rappresentate il futuro, a trasmetterci messaggi importanti”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>