Monte Porzio, dal 2007 viene “beccato” puntualmente per vendita di prodotti taroccati. Una recidività che porta al carcere

di 

30 ottobre 2015

MONTE PORZIO – I Carabinieri della Stazione di Monte Porzio hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un marocchino 52enne residente nel territorio per ricettazione e vendita di prodotti con segni falsi.

carabinieri fano 1Misura cautelare scaturita da innumerevoli operazioni di polizia che vanno dal 2007 ad oggi. In più occasioni all’uomo sono stati sequestrati accessori e capi di abbigliamento con segni distintivi contraffatti di vari marchi tra cui Dolce e Gabbana, Nike, Prada, Gucci, Armani, Diesel, Lacoste, Harmont & Blain, Puma.

Il marocchino oltre a Monte Porzio svolgeva la sua “attività” in tutto il territorio limitrofo, costa compresa. L’Autorità Giudiziaria si è determinata nell’emettere un provvedimento restrittivo in carcere in quanto ritenuto l’unico mezzo idoneo ad interrompere l’attività illegale che produce un colossale arricchimento alle organizzazioni criminali che gestiscono la filiera del falso e arreca significativi danni economici ai tanti negozianti che commercializzano i prodotti legalmente pagando le relative tasse.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>