Ricciatti (Sel) porta il Tartufo di Acqualagna in Parlamento: “Iva al 4%”

di 

30 ottobre 2015

Tartufo Bianco Pregiato di Acqualagna

Tartufo Bianco Pregiato di Acqualagna

ACQUALAGNA – “Il tartufo di Acqualagna non è solo un prodotto di altissima qualità, ma è anche un simbolo in grado di veicolare i valori legati alla tradizione e all’eccellenza culinaria del nostro territorio. E’ necessario sostenere la richiesta di abbassarne l’Iva”.

Ad affermarlo è l’onorevole Lara Ricciatti di Sel, che ha predisposto una interrogazione parlamentare rivolta al ministro delle Politiche agricole Martina per chiedere di intervenire sulla materia, sopratutto in considerazione delle potenzialità del prodotto sui mercati nazionali ed internazionali. Questo dopo che in diversi da tempo hanno sollevato la questione, come la Confcommercio tramite il direttore provinciale Amerigo Varotti (rileggi l’articolo qui).

“La denuncia del Comune di Acqualagna allo Stato italiano per l’imposizione Iva sui tartufi al 22% è un gesto forte – continua Ricciatti – ma rappresenta perfettamente la condizione di disagio di una realtà, al pari di altre che legano la loro economia a questo settore, che ha fatto di questo prodotto un volano importante di sviluppo e che chiede di essere messa nella condizioni di fare di più e meglio”.

“I tempi per una eventuale apertura della procedura di infrazione Ue sono lunghi, e la sua eventualità da scongiurare. Per questo trovo necessario che il ministro delle Politiche agricole colga autonomamente tali sollecitazioni, più volte avanzate, ed intervenga nell’ambito delle proprie competenze per rivedere il livello dell’imposta su questo prodotto d’eccellenza. Non è solo una questione di equità rispetto ad altri prodotti agricoli, ma anche di opportunità”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>