Vale non ci sta a partire ultimo a Valencia e fa ricorso al Tas

di 

30 ottobre 2015

TAVULLIA – Che esistesse il Tas, Tribunale Arbitrale Dello Sport, fino a ieri non lo sapevamo.

Che avesse la sede a Losanna, in Svizzera, nemmeno. E sì, siamo ignoranti e lo ammettiamo. Poi, dopo un giro a Tavullia dove i colleghi di Radio Tavullia International ci hanno spiegato che Valentino e il suo staff hanno fatto ricorso all’ultimo grado delle Disciplinary dello Sport, abbiamo colmato la lacuna.

Valentino Rossi (foto Amato Ballante)

Valentino Rossi (foto Amato Ballante)

Era stato Valentino stesso con un “cinguettio” ad annunciare: “Correrò l’ultimo Gp, da oggi si inizia a lavorare per Valencia”. Era vero perché quello stesso giorno, insieme allo staff dello studio legale e commerciale pesarese che lo segue da anni, ha iniziato a preparare il dossier da presentare a sua discolpa. Un dossier corposo, molto corposo che ha impegnato a lungo tutto lo staff dello studio legale-commerciale pesarese.

Hanno visionato 95 casi in cui la Dorna ha dato penalità ai piloti indisciplinati e solo in tre di questi sono stati comminati, come a Vale, 3 punti. Per gli altri 92 solo un punto di penalità: “E’ per questo che allo staff di Vale – ci dice un “collega” di Radio Tavullia Iternational – ritengono che la sanzione applicata a Rossi, per le ormai note vicende accadute al settimo giro col contatto tra lui e Marquez a Sepang, sia troppo severa”. Tanto severa che, sommata al punto rimediato a Misano, costringe Vale a partire dall’ultima casella dello schieramento nella gara decisiva per l’assegnazione del titolo Mondiale.

“Inoltre – precisano i “colleghi” sempre informatissimi sulle vicende del loro illustre paesano – che lo studio legale-commerciale pesarese ha preparato una difesa coi controfiocchi con tante argomentazioni che sino ad ora non sono mai state rese pubbliche e che potrebbero mettere sotto altra luce la vicenda documentando, in maniera inconfutabile, in primis, l’ostruzionismo del piccolo diavolo della Honda.

Marc Marquez (foto Amato Ballante)

Marc Marquez (foto Amato Ballante)

Per la cronaca, già domenica scorsa era stato presentato, in questo caso dalla Yamaha, un ricorso poi rigettato dalla Federazione Motociclistica Internazionale; quello al Tas è l’ultima spiaggia ma certo che se venisse accettato il ricorso e gli togliessero un punto, Vale non partirebbe più dall’ultima casella ma da quella conquistata nelle qualifiche. E questo non sarebbe poco, su una pista stretta dove non è facile superare come a Valencia.

Tra pochi giorni sapremo se, il vecchio cronista, ci ha preso anche stavolta ho ha beccato un… granchio. E quindi sapremo anche se Vale partirà dall’ultima casella oppure no.

3 Commenti to “Vale non ci sta a partire ultimo a Valencia e fa ricorso al Tas”

  1. JOE BAR scrive:

    E bravo il Brusco. Sempre a caccia di scoop e per questo anche oggi la Gazzetta dello sport ringrazia.

  2. Toffee scrive:

    Diverse volte il grande Brusco ci ha stupiti con scoop in esclusiva e news che precorrevano i tempi, descrivendo con sicurezza e dovizia di particolari, scenari e accadimenti futuri, ma questa volta si è proprio superato, e la Gazzetta gli ha giustamente riconosciuto l’onore della prima pagina nel giro di pochi giorni. Grande Maurizio, a questo punto ti vogliamo opinionista nei salotti di Sky, ma so bene che tu, non essendoti mai schierato, non potresti mai accederci!

  3. Marika scrive:

    Questa è la più bella notizia di questi ultimi giorni e riaccende un po’ di speranza … se davvero
    Accettassero questo ricorso, vorrebbe dire che da qualche parte nel mondo, la Giustizia esiste
    E funziona!
    E se, su 95 casi presi a dimostrazione, solo 3 hanno avuto una penalizzazione pesante come questa, data a Vale, di ben 3 punti sulla patente, con grande superficialità non vedo perché non si possa Riesaminare meglio questo caso, non tanto perché si tratta di Valentino Rossi, ma
    Semplicemente perché si tratta di un Pilota, chiunque fosse al suo posto, che ha RAGIONE !

    Perché Osservando meglio tutti i filmati, Non solo è PALESE che NON c’è stato NESSUN CALCIO,
    cosa che peraltro abbiamo visto in molti da subito… ESASPERAZIONE a parte, io avevo visto solo
    il movimento del ginocchio, ma in molti video si vede chiaramente che è stato lo stesso Marquez
    a rifilare a Vale una TESTATA col CASCO sul GINOCCHIO di Vale, da lì la perdita del piede dalla
    pedana e il contemporaneo movimento di fuoriuscita del ginocchio che è andato ad urtare lo
    spagnolo, che peraltro è anche molto strano e sospetto COME sia caduto senza opporre la
    minima resistenza ad un impatto, tra l’altro, a bassissima velocità, in quel punto.
    E Vale da SUBITO aveva dichiarato di essersi sentito urtare e di aver perso la pedana.
    Ovviamente Lui NON poteva immaginare una TESTATA e quindi ha parlato che presumibilmente
    era stato urtato dalla leva del freno della Honda di Marc e da lì la perdita dal piede dalla pedana
    ma Vale ha SEMPRE dato da SUBITO la stessa versione dei fatti.

    Senza contare tutta la condotta scorretta di Marquez, sia nelle fasi antecedenti il contatto
    e alla luce di tutti i fatti anche nella precedente gara Australiana, dove dati dei tempi alla mano,
    è stato dimostrato che Marc Marquez ha cercato di ostacolare la rincorsa al Titolo di Vale, in
    ogni modo e neppure dopo essere stato smascherato, ha avuto quel minimo di intelligenza per
    sviare i sospetti su di Lui, ma al contrario, ha fatto anche peggio, dimostrando che i sospetti di
    Vale erano assolutamente più che fondati.

    Quindi se questo Tribuanale, riuscirà ad esaminare per tempo, questo caso
    SERIAMENTE ed OBIETTIVAMENTE , sarebbe GIUSTO:

    ASSOLVERE VALE in Primis

    ma anche infliggere una SANZIONE a Marquez per :

    RIPETUTI e SVARIATI ATTACCHI mirati alla persona VR
    FALSA Accusa di un Calcio Mai Esistito
    TESTATA al GINOCCHIO di Vale
    PRESUNTA simulazione della caduta, credibile anche per la bassa velocità in quel punto
    (sembrava uno di quei calciatori che si lasciano cadere in aria di rigore…
    anche se quest’ultima cosa FORSE sarà difficilmente dimostrabile)

    In ogni caso , credo che ne sia a sufficienza per togliere la penalizzazione a Vale e NOI non abbiamo in mano le carte degli avvocati che sicuramente avranno fatto un lavoro molto più accurato e dettagliato, che non queste considerazioni, anche se già di per sé inconfutabili.

    A questo punto attendiamo che il Tribunale decida , Non solo Vale, ma TUTTA la CREDIBILITA’
    Della MotoGP è nelle loro mani….

    In ogni caso, comunque vada, per me questo Mondiale 2015 l’ha vinto Vale…
    possono provare a Scippargli questo Titolo in modo così ignobile come purtroppo hanno tentato di fare, ma la REALTA’ delle cose è sotto Gli occhi del MONDO INTERO.
    E vada come vada, #iostoconVale ❤

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>