Formula Uno, Gp del Messico: ancora Mercedes Rosberg-Hamilton, Vettel è terzo

di 

1 novembre 2015

CITTA’ DEL MESSICO (Messico) – Rosberg domina le qualifiche del gran premio del Messico, che ritorna nel calendario dopo ventitré anni.

Il tedesco della Mercedes sul circuito intitolato ai fratelli Ricardo e Pedro Rodriguez, stelle degli anni 60/70, nega con una prestazione maiuscola la 50°pole al compagno fresco tricampione Hamilton, che per contro ha dimostrato che anche  dopo la conquista del titolo ha ancora una certa ” fame” di gloria. Rosberg ha lanciato anche un messaggio a Vettel – quello che per il titolo di vice campione i giochi non sono ancora chiusi-. E il pilota della Ferrari da campione consumato ha risposto con una prestazione ottima  fermandosi a tre decimi  dalla pole, conquistando la seconda fila pronto a sfruttare in  gara tutta la sua esperienza e il buon potenziale di una Ferrari ancora in crescita nonostante che il campionato sia in fase finale e che la Mercedes abbia ripetuto l’en plein come nel 2014. Vedremo se ai 2000 metri di Città del Messico assisteremo ad una gara spettacolare, magari con l’intervento del meteo che si preannuncia incerto, di sicuro i primi tre della griglia saranno protagonisti. Come lo vuol essere il russo Kvyat quarto con la Red Bull, che è in lotta con il compagno  Ricciardo, che segue a ruota, per la supremazia in seno al team. Lotta ravvicinata anche in casa Williams con Bottas sesto che precede Massa. Solitario nel senso che il compagno è fuori dalla top ten, l’arrembante baby Verstappen  ottavo, ma sempre pronto a gettarsi nella mischia come ha fatto domenica scorsa ad Austin, con il suo stile,ovvero sempre all’attacco. Chiudono la top ten l’idolo locale Perez, spinto dalle migliaia di spettatori che hanno invaso l’autodromo e  forse si apettavano qualcosa di più dal ” Checo”, come è soprannominato il talentuoso pilota della Force India, che senz’altro proverà  a ripagarli in gara, comunque in griglia davanti al compagno Hulkenberg ultimo dei dieci. In pista c’era anche Raikkonen, battute a parte il finladese non riesce come in gran parte di questo 2015, ad uscire da una situazione negativa, quando non ci mette del suo è la sua SF-15 T  a negargli quelle siddisfazioni che al di la del momento nero  “Iceman” merita.L’appuntamento è alle 20 con diretta Sky e replica poco dopo la fine gara su Rai 2.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>