Grissin Bon non si spezza: Vuelle ko a Reggio Emilia

di 

1 novembre 2015

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – CONSULTINVEST PESARO 83-66
GRISSIN BON REGGIO EMILIA: Aradori 21, Polonara 5, Lavrinovic 13, Della Valle 9, De Nicolao 0, Pechacek 1, Strautins 0, Veremeenko 13, Silins 10, Gentile S. 11. All. Menetti
CONSULTINVEST PESARO: Shelton 10, Basile 7, Gazzotti 5, Lacey 10, Christon 14, Solazzi ne, Candussi 0, Walker 4, Ceron 10, McKissic 6 All. Paolini
ARBITRI: Martolini, Vicino, Calbucci
PARZIALI: 27-17, 19-19, 16-17, 21-13

Vuelle ConsultinvestREGGIO EMILIA – Arriva la prima ampia sconfitta per la Consultinvest, che nell’anticipo del mezzogiorno viene sconfitta con merito dai vicecampioni d’Italia di Reggio Emilia col punteggio di 83 a 66. La Vuelle paga un avvio ad handicap (0-15), anche se nel secondo quarto ha messo per un attimo la testa avanti sul 33 a 32, prima di venire travolta nel secondo periodo da Lavrinovic ed Aradori. Benino Christon e Ceron, male McKissic e la coppia di lunghi formata da Walker e Shelton che per l’ennesima volta perde nettamente il confronto diretto con i pariruolo avversari. La Vuelle tra sette giorni salirà fino a Trento per un altro match dal pronostico abbastanza chiuso.

Il quintetto iniziale pesarese ripresenta Gazzotti al posto di Shelton, mentre Reggio Emilia deve fare a meno del lituano Kaukenas, partono forte i padroni di casa con Aradori e Lavrinovic e dopo due minuti la Grissin Bon vola sull’10 a 0, costringendo coach Paolini a chiamare subito un timeout che non da gli effetti sperati, con gli emiliani che si portano sul 15 a 0 senza che l’attacco pesarese riesca a battere un colpo. Ci vuole un’iniziativa di Mckissic per sbloccare il punteggio dalla parte destra del tabellone e sulla tripla dall’angolo di Lacey, Pesaro si porta sul 6 a 15, Walker si fa vedere con un rimbalzo offensivo e sul passo e tiro di Christon la Vuelle si porta a meno sette (12-19), entrano Ceron e Basile, con Shelton che si perde Veremeenko per un paio di volte sul pick and roll, il capitano pesarese centra la tripla del 15 a 23, ma è Della Valle a punire le disattenzioni della difesa biancorossa, in un primo quarto dove Reggio Emilia ha dominato dalla palla a due, chiudendolo meritatamente avanti sul 27 a 17.

Ceron spara la tripla del meno cinque ad inizio del secondo periodo, con la Consultinvest che cerca di rimanere attaccata al match grazie alle triple della sua guardia e su un bel movimento spalle a canestro di Walker, Pesaro si porta sul 27 a 30, con Shelton che dalla lunetta porta la Vuelle ad un solo punto di distanza. Rimonta che si completa grazie a un antisportivo fischiato su Basile, con Nicolò che con due liberi porta per la prima volta avanti i suoi sul 33 a 32. La Grissin Bon, dopo un inizio sfavillante, accusa qualche colpo a vuoto e adesso la partita viaggia sui binari dell’equilibrio, anche se Reggio Emilia cerca di appoggiare la palla sotto canestro e con un break di 8 a 0 si riporta avanti di sette (42-35), sfruttando le difficoltà dei ragazzi di Paolini nell’attaccare la zona reggiana. Aradori si erge a protagonista e il primo tempo si chiude con i padroni di casa avanti sul 46 a 36.

Le statistiche di metà partita evidenziano una sostanziale parità a rimbalzo, con Pesaro che paga le 10 palle perse e una brutta percentuale dentro l’area (7 su 17). Nessun pesarese è arrivato in doppia cifra, ma non è un fattore negativo, con sette giocatori già andati a segno, contro i soli tre a referto della settimana precedente.

Un’entrata di Christon apre il terzo periodo, con il play pesarese che arriva in doppia cifra con un bel arresto e tiro dai quattro metri, Walker commette un ingenuo terzo fallo nella sua metà campo offensiva e quando Christon commette la sua quarta penalità personale. Le cose si complicano maledettamente per coach Paolini, che cerca di sfruttare al meglio Lacey che con cinque punti consecutivi riporta Pesaro a meno cinque (45-50 al 25’), si sveglia dal torpore anche McKissic con una tripla dall’angolo in una Consultinvest che si mette a zona per non caricarsi ulteriormente di falli, anche se concede troppi secondi tiri agli avversari, abili a catturare una marea di rimbalzi offensivi. Gazzotti su assist di Basile centra la tripla del 53 a 57 in un terzo quarto che i padroni di casa hanno controllato tra alti e bassi chiudendolo in vantaggio per 62 a 53.

Rientra anche Christon ad inizio dell’ultimo periodo, per una Vuelle che cerca di non far scappare Reggio Emilia, operazione difficile da compiere quando l’attacco non riesce più a rendersi pericoloso, con Walker che non riesce mai a liberarsi e concede metri a Lavrinovic che ringrazia e segna la tripla del 67 a 53, dando la sensazione che non ci siano molte possibilità per la Vuelle di rientrare per l’ennesima volta da uno svantaggio in doppia cifra. Ceron trova una bella tripla a fil di sirena che vale il 58 a 70 ed è sempre la guardia ex Venezia a rendersi utile con un paio di rimbalzi offensivi, non tramutati in punti a causa di due errori dalla lunetta. Il cronometro corre e la Grissin Bon mantiene un vantaggio rassicurante (74-60 al 36’), con la partita che scivola lentamente verso la sirena finale tra stoppate subite e contropiedi fulminanti che mettono la parola fine su un match che Pesaro non ha mai dato la sensazione di poter portare ad un finale punto a punto. C’è giusto il tempo per mettere a posto i tabellini personali, aspettando il quarantesimo che sancisce la vittoria della Grissin Bon con il punteggio finale di 83 a 66.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>