Valeria Della Valle presenta venerdì il documentario “Me ne frego! Il Fascismo e la lingua italiana”

di 

4 novembre 2015

PESARO – Venerdì 6 novembre alle 18 nell’auditorium della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, Valeria Della Valle presenterà e proietterà il documentario da lei ideato e scritto Me ne frego! Il Fascismo e la lingua italiana.

DellaValle

Valeria Della Valle

 Il documentario Me ne frego! Il Fascismo e la lingua italiana (Istituto Luce Cinecittà) nasce per raccontare la storia delle iniziative linguistiche del Fascismo attraverso la testimonianza delle immagini e delle voci dell’Archivio dell’Istituto Luce. Dal 1922 al 1943 fu praticata una politica linguistica fondata su principi nazionalistici e puristici: attraverso i filmati d’epoca, molti dei quali inediti, viene descritta la “bonifica linguistica” messa in atto dal regime: non solo i discorsi del duce, ma la lingua usata a scuola, alla radio, nel cinema, nel doppiaggio dovevano improntarsi alle nuove direttive. Le tappe di questo tentativo di manipolazione sono state: la campagna contro i dialetti; la lotta alle lingue straniere in nome dell’autarchia linguistica; la repressione delle minoranze linguistiche; la sostituzione del pronome voi al pronome allocutivo lei. Si cercò di creare un “italiano nuovo”, che doveva conformare la sua condotta al dogma di “credere, obbedire, combattere”: questo “italiano nuovo” doveva esprimersi in una lingua nuova, virile, dalla quale andava eliminato tutto ciò che era considerato diverso dall’italiano concepito come «lingua di regime».

L’incontro con Valeria Della Valle e la visione del documentario da lei curato costituisce il quarto appuntamento di Lingua e parola (italiana), ciclo che, lungo la traccia aperta anni fa dal Salone della Parola, mette al centro la lingua italiana indagandola sul fronte linguistico, letterario e storico. L’incontro di chiusura, con la neurolinguista Valentina Bambini, ci introdurrà invece alle radici biologiche dei significati e ai meccanismi che ne regolano la creazione.

Valeria Della Valle, già professoressa associata di Linguistica italiana presso l’Università di Roma La Sapienza, ha studiato vari aspetti dell’italiano: la lingua degli antichi documenti toscani, la storia dei dizionari, la prosa dei narratori contemporanei, la grammatica italiana, la terminologia dell’arte, i neologismi. Nell’ambito di questi interessi ha pubblicato saggi, articoli, libri. Con Luca Serianni e Giuseppe Patota ha pubblicato tre grammatiche per i licei. Fa parte del comitato scientifico del “Bollettino di italianistica” e di “Quaderni del ‘900”. È  la coordinatrice scientifica della terza edizione del Vocabolario Treccani (2008). Insieme a Giovanni Adamo, con il quale coordina l’Osservatorio neologico della lingua italiana (ILIESI-CNR), ha pubblicato Innovazione lessicale e terminologie specialistiche (Olschki 2003), Neologismi quotidiani: un dizionario a cavallo del millennio 1998-2003 (ibid. 2003), Neologismi. Parole nuove dai giornali (Istituto dell’Enciclopedia Italiana 2008). Con Giuseppe Patota ha pubblicato, per la casa editrice Sperling & Kupfer, numerosi libri di divulgazione linguistica, tra i quali Viva il congiuntivo! (2009) e Viva la grammatica! (2011). Da anni cura rubriche dedicate alla lingua italiana in trasmissioni radiofoniche e televisive della RAI (Rai1, Radio Rai 2, Radio Rai 3) e da ultimo, con Giuseppe Patota, ha realizzato la rubrica lessicale in video Le parole del Grande Portale della Lingua Italiana, all’interno del progetto crossmediale che Rai Educational ha creato in collaborazione con il Ministero dell’Interno e con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. Il documentario Me ne frego! Il Fascismo e la lingua italiana, prodotto da Istituto Luce Cinecittà, ideato e scritto da Valeria Della Valle, per la regia di Vanni Gandolfo, è stato presentato nello “Spazio Luce” del Festival di Venezia Biennale Cinema 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>