Bocciatura del Piano Spiaggia, la soddisfazione di Confcommercio

di 

6 novembre 2015

Amerigo Varotti*

Amerigo Varotti, direttore Confcommercio Pesaro e Urbino

Amerigo Varotti, direttore Confcommercio Pesaro e Urbino

PESARO – La bocciatura del Piano Spiaggia del Comune di Pesaro da parte di Provincia e Soprintendenza per i Beni Ambientali conferma quanto Confcommercio aveva denunciato sin dall’inizio. Infatti, la nostra contrarietà al Piano Spiaggia, la manifestazione pubblica di protesta svoltasi il 17 agosto scorso in Comune, era basata su diversi presupposti tra i quali danno economico e concorrenza sleale che si creava al mondo della ristorazione e la assurda cementificazione del litorale.

Il Piano Spiaggia voluto contro ogni logica dal Sindaco e dall’assessore De Regis con il suo carico di cemento sulla spiaggia è frutto di una concezione di sviluppo del passato remoto: quella che portava a usare e consumare il suolo in modo irragionevole (leggi qui l’intervento della De Regis riportato da Pu24). Capannoni industriali nelle aree agricole e nelle aree fluviali, centri commerciali inutili, migliaia di appartamenti e condomini, mostri alberghieri sul lungo mare. E se da un lato qualcuno plaude all’ipotesi – auspicata – di abbattere l’ex Hotel Principe, dall’altro si prosegue con la stessa logica distruttiva pensando ad un’ulteriore cementificazione del litorale. Le bocciature arrivate ora, ci riempiono di soddisfazioni e confermano il nostro giudizio fortemente negativo sul Piano Spiaggia voluto dalla Amministrazione locale.

*Direttore Provinciale Confcommercio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>