Ivano Dionigi in città

di 

7 novembre 2015

PESARO – Che bello vedere il cittadino onorario Ivano Dionigi, in sella alla sua bicicletta, percorrere viale Trieste in direzione della pista ciclabile Pesaro-Fano! Nella festa di Tutti i Santi, Dionigi, rettore dell’Università di Bologna, era fra noi come uno di noi.

Quando recentemente il consiglio comunale della nostra città gli ha conferito la cittadinanza onoraria, aveva detto: ”Ho riavvolto il nastro della vita. Grazie per avermi riportato a casa”. In quella occasione il sindaco Matteo Ricci aveva parlato della sua presenza in città ed aveva sottolineato: ”Non c’è iniziativa culturale e sociale di rilievo che non lo veda presente. Solitamente descrivo i pesaresi come gente ‘tignosa’, con la cultura del fare e della solidarietà. Dionigi ne è l’essenza. Spero che prima o poi tornerà a risiedere a Pesaro”.

Dionigi, nel suo intervento di congedo dall’Università di Bologna che ha retto per sei anni e come saluto alla “città dotta”, ha parlato su “La lezione del latino”. Ha detto che dal latino ereditiamo il primato della parola, la centralità del tempo e la nobiltà dell’agire per il bene comune. Dal quotidiano La Repubblica, del 31 ottobre scorso, traiamo questa parte della sua lezione: “Noi siamo naturaliter storia e memoria, e natura non facit saltus. … omissis … Tra tutte le espressioni in cui ricorre la frequentissima e latinissima parola res, quella che mi ha dato sempre più da pensare è res publica: – la cosa pubblica, la proprietà comune, il patrimonio di tutti -. Questa res publica esige come primo valore la virtus, che non significa “virtù”, significa “impegno”; quindi quell’ “impegno” che trova il suo esercizio più compiuto nel “governo della città” (gubernatio civitatis)”.

Allora, parafrasando le sue parole, il pesarese “verace” (come il romano antico) è prima di tutto un cittadino, civis. I pesaresi, nel loro impegno civile, esercitano quell’azione “– tignosa -, con la cultura del fare e della solidarietà” come descritto dal nostro sindaco Matteo Ricci.

Per aiutare Ivano Dionigi a riavvolgere il nastro della sua vita, gli ricordiamo la sua gioventù trascorsa a Ginestreto e nel quartiere di Villa San Martino a Pesaro. Con la foto che pubblichiamo, desideriamo aiutarlo a ricordare anche il periodo di studi presso il Seminario Vescovile di Fano, nel 1960. Prof. Dionigi, se noi siamo, come dice, “storia e memoria”, lei è cittadino pesarese!

Ivano Dionigi in seminario

Ivano Dionigi in seminario

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>