Cartoceto DOP, il Festival: buona la prima

di 

8 novembre 2015

CARTOCETO – Questa mattina Cartoceto si è svegliata con il sole, non solo per l’evidente bella giornata che ha allietato la domenica cittadina, ma anche in senso metaforico, perché si è aperto con grandissimo successo l’evento  “Cartoceto Dop, il Festival”, nuovo format della storica mostra mercato dell’Olio e dell’Oliva giunta alla sua 39esima edizione.

Grande affluenza ed entusiasmo sono stati gli ingredienti principali della giornata che già dalle ore 9 ha visto riversarsi per le stradine del centro storico moltissimi visitatori affascinati da un borgo antico elegante e ricco di iniziative e attività. Moltissimi i produttori di olio in piazza che tra le vendite e le degustazioni hanno accolto la fiumana di gente sin dalla mattina, compresi i tantissimi amanti de trekking che questa mattina hanno visitato frantoi antichi e cantine con i percorsi verdi di Cartoceto Dop.

Piene le osterie e i punti ristoro allestiti per l’occasione che hanno permesso ai visitatori di riscoprire luoghi spesso chiusi al pubblico.

Grande attesa ed entusiasmo anche per il Teatro del Trionfo che in mattinata ha acceso le luci sul restaurato sipario del Liverani e sulle quinte sceniche dell’800 mentre i ragazzi dell’Accademia di Belle Arti di Urbino hanno vestito il teatro d’arte con l’installazione multimediale interattiva inspirata al Barbiere di Siviglia rossiniano e alla Soprano Renata Tebaldi.

Il momento istituzionale del taglio del nastro si è consumato nel primo pomeriggio alla presenza del Vescovo Sua Eccellenza Armando Trasarti, di consiglieri e rappresentanti della Regione Marche e delle autorità militari.

Se i ragazzi del Liceo Artistico Mengaroni di Pesaro hanno potuto dipingere all’aperto sul tema “L’arte al centro”,  e animare intere zone del borgo antico rendendolo luogo d’arte a tutto tondo, all’interno del Teatro si è continuato il discorso artistico con la performance di Noa Pane intitolata “I’m not inflatable”.

A partire dalle quattro il fil rouge è stato poi quello musicale. Tra le stradine del borgo ha serpeggiato il ritmo irresistibile della Contrabbanda, marching band milanese di nove elementi mentre in piazza XX Settembre, luogo principe dell’arte prodotta dai ragazzi del Liceo Artistico, si è aperto un djset ad accompagnare l’attività artistico pittorica.

Teatro pieno poi alle 18 con il concerto di Barbara Casini e Alessandro Lanzoni. Il duo jazz di natali fiorentini, dopo aver incantato il pubblico di Barcellona la settimana scorsa, ha stregato quello cartocetano. Tanti gli spettatori accorsi anche dalle basse Marche pur di non perdersi il concerto della signora della bossanova.

Appuntamento al prossimo weekend quello di sabato 14 e domenica 15, con tantissimi eventi in programma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>