Tristezza mondiale: ormai in Moto Gp non salvano più neppure la forma

di 

8 novembre 2015

 

Valentino RossiTAVULLIA – Stasera, domenica 8 novembre, a Tavullia la tristezza si tagliava a fette. Al Bar dello Sport la vendevano un tanto al chilo, al Ristorante da Rossi neanche a parlarne.

Ieri poco prima della 3 del pomeriggio a Valencia sventolava la bandiera spagnola mente a Tavullia arrotolavano mestamente quella italiana e quella gialla 46.

Aver subìto un torto palese da Marc Marquez, che non ha duellato con Lorenzo ma addirittura gli ha fatto da guardaspalle intimidendo Pedrosa che voleva andare a vincere la gara, non consola.

La sconfitta, o meglio la non vittoria, brucia di più.

Perché Marquez non ha giocato pulito e, quel sorrisino di Lorenzo mentre afferma che il collega della Honda “mi ha dato una mano” fa inc… re come un serpente non solo i tifosi di Rossi ma anche chi, come il sottoscritto, da tempo afferma che in MotoGp qualcosa non funziona.

E ora che Vale non ha vinto, se ne stanno accorgendo in tanti e viene da chiedersi: ma prima dove eravate?

Domenica a Valencia, dopo la brutta pagina di Sepang per il fattaccio al settimo giro tra Vale e Marquez, abbiamo vissuto una brutta giornata, una giornata dove il motociclismo ha perso alla grande. Non ci sono piaciute molte cose dell’ultimo Gp di stagione, non ci è piaciuto Marquez e nemmeno quel Pedrosa così remissivo a Marc, non ci è piaciuto Lorenzo che fa il ganzo facendo intendere che il patto tra lui e il pilota Honda c’era davvero, non ci è piaciuto Ezpeleta che si fa dare del tu in pubblico da Vale Rossi: ormai in MotoGp non salvano più nemmeno la forma.

Che tristezza.

Per fortuna Rossi: ci è piaciuto Valentino pilota, autore di una grande rimonta. Ieri è stato l’unico ad uscire dignitosamente da quella terribile giornata ma importa poco perché a Valencia, il titolo lo hanno vinto gli spagnoli facendo gioco di squadra. In uno sport individuale.

Un commento to “Tristezza mondiale: ormai in Moto Gp non salvano più neppure la forma”

  1. Marika scrive:

    Esatto che tristezza… Non so proprio come Lorenzo riuscira’ a godersi questo titolo, scippato a Vale, a 2 mani e Non so come Marquez abbia coraggio di guardarsi allo specchio?? E in questo caso, mi domando DOV’È la Honda? Come può una Casa così importante lasciare che un suo pilota , Marquez, butti via l’ennesima vittoria alla loro portata e che addirittura impedisca al compagno di squadra di provarci almeno a vincere, arrivando di fatto, a perdere immagine e credibilità’ , pur di assecondare i capricci di un ragazzino che sorride davanti, mentre COVA dentro e pugnala alle spalle. Oltre tutto, anche poco intelligente questo spagnolo, che pur sapendo di avere gli occhi puntati addosso, se ne frega altamente di tutto e di tutti e anche se smascherato, PERSEVERA portando avanti il suo “piano diabolico” e negando anche l’EVIDENZA davanti al mondo intero. Probabilmente Marquez vincerà ancora in futuro, ma credo si trascinera’ dietro per la vita, questa MACCHIA, Non solo sulla credibilità della MotoGP, ma anche e soprattutto sulla sua carriera futura, ma Non so se si rende conto di questo. Il fatto che Ezpeleta si faccia dare del tu da alcuni piloti lo trovo il male .minore.. anch’io do del tu ai miei principali.. la cosa grave è che anche la Dorna, nonostante il proprio potere, NON sia riuscita a COREGGERE la condotta palesemente scorretta di un giovane pilota VIZIATO, prendendo qualche provvedimento disciplinare preventivo. Eppure Rossi li aveva messi in guardia, ma evidentemente Non e’ stato preso abbastanza in considerazione. Se ne accorgeranno e vedremo… ma da tutta questa brutta storia, l’unico che può uscirne a testa alta è VALE♥ Autore di una rimonta strepitosa e più di così Non avebbe potuto fare.. GRAZIE Vale♥ per Tutte le emozioni che ci regali da una vita, per averci aperto gli occhi su certe cose vergognose e per essere così come sei….

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>