Una buona Vuelle non riesce a scalare le Dolomiti: vince Trento 81-74

di 

8 novembre 2015

DOLOMITI ENERGIA TRENTO – CONSULTINVEST PESARO 81-74
DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Poeta 9, Sanders 6, Pascolo 20, Baldi Rossi 10, Forray 0. Lofberg 0, Flaccadori 3, Sutton 6, Lockett 17, Lechtaler 4, Wright 6. All. Buscaglia
CONSULTINVEST PESARO: Shelton 9, Basile 3, Gazzotti 8, Lacey 15, Christon 14, Solazzi ne, Candussi 0, Walker 8, Ceron 5, McKissic 12. All.Paolini
ARBITRI: Mazzoni, Baldini, Masi
PARZIALI: 21-19, 20-18, 16-21, 24-16

TRENTO – Seconda sconfitta consecutiva per una Consultinvest che gioca una buona partita fino al 33’, prima di subire il break decisivo nel finale del match che Trento si aggiudica per 81 a 74, benino Christon e Lacey per una Vuelle che ha avuto qualche segnale di vita da Walker e Shelton e che deve rimpiangere le brutte percentuali dalla linea dei tre punti e dalla lunetta, un piccolo passo in avanti verso la strada che dovrà portare i ragazzi di Paolini verso la salvezza, ma adesso servirà muovere la classifica a partire dal match casalingo di domenica prossima contro Brindisi

C’è ancora Gazzotti nello starting five della Consultinvest, in coppia con Shelton che prende il posto abitualmente occupato da Walker, che partirà dalla panchina per scelta tecnica, Trento parte bene con Pascolo e Lockett, mentre Pesaro risponde dalla lunetta per il 6 a 3 casalingo, con la Dolomiti Energia che deve gestire i due falli prematuri di Wright, l’attacco pesarese perde un paio di palloni in maniera banale favorendo il contropiede dei padroni di casa che si portano sul 10 a 5 costringendo coach Paolini a chiamare il primo timeout del match, entra Ceron al posto di McKissic, in una Vuelle che subisce i soliti canestri facili sul pick and roll centrale avversario e che si deve affidare ad un paio di invenzioni di Christon per riportarsi sul 9 a 12, scende sul parquet anche Walker, che si fa subito notare per un blocco irregolare in fase offensiva e un fallo inutile nella lotta a rimbalzo, ma è bravo a non scoraggiarsi, segnando quattro punti consecutivi per il 15 a 18, Pesaro si mette a zona con alterne fortune, in un primo quarto comunque ben giocato dalle due formazioni, che si chiude con la Dolomiti Energia in vantaggio per 21 a 19.

Ci sono Basile e Candussi nel quintetto che inizia il secondo quarto per la Vuelle che spreca un paio di buone occasioni per riportarsi in parità e avrebbe bisogno di una mira migliore dai 6.75 (0 su 5) per rimanere in scia di una Dolomiti Energia che prova l’allungo con Lockett (26-21 al 13’), ma che deve subire una spettacolare schiacciata di McKissic per il nuovo meno uno biancorosso (25-26), la zona di coach Paolini concede qualche rimbalzo offensivo di troppo, seconde occasioni che costano il terzo fallo di Walker e che consentono a Trento di riportarsi nuovamente sul più cinque (32-27 al 15’), mentre la zona di Trento dà i suoi frutti, col perdurare degli errori dalla linea dei tre punti di una Consultinvest arrivata a sette errori su altrettanti tentativi e che si vede costretta a chiamare timeout dopo un passaggio di Gazzotti finito direttamente nella prima fila del parterre col compagno più vicino a quattro metri, l’attacco biancorosso non si sblocca e i padroni di casa arrivano al massimo vantaggio sul 39 a 29 grazie al 12esimo punto di Lockett, arriva finalmente la prima tripla del match per la Vuelle grazie a Lacey, in un secondo quarto nel quale Pesaro è stata brava a rimanere concentrata nei minuti finali e che si chiude con Trento avanti per 41 a 37.

Le statistiche di metà partita evidenziano una sostanziale parità nella lotta a rimbalzo (22-21), con le due formazioni imprecise dall’arco e con la Vuelle che accusa i soliti problemi dalla lunetta con ben cinque liberi sbagliati su undici tentativi.

Ancora Basile e Gazzotti sul parquet ad inizio ripresa per una Vuelle che, con due triple consecutive di Lacey e Gazzotti, si porta per la prima volta in vantaggio sul 43 a 41, Shelton è bravo a sfruttare un rimbalzo offensivo per il più quattro ospite, in un terzo periodo che si profila equilibrato (45 pari al 25’), con le due formazioni che vanno avanti a fiammate, la Consultinvest riprova la zona, subito bucata da un gioco da tre punti di Pascolo per una Dolomiti Energia che sembra aver superato il momento di difficoltà e vorrebbe mettere la freccia, cercando l’allungo con la complicità di una difesa biancorossa disattenta sul lato debole della zona, il 13esimo punto di Lacey riporta Pesaro a meno uno, rimonta completata con la tripla di McKissic per il 52 pari, il match è gradevole con giocate anche spettacolari da ambo le parti, in un terzo quarto che si conclude con la Vuelle avanti per 58 a 57.

Un canestro di Sanders dai quattro metri riporta il match in perfetta parità a quota 59, con le due squadre che comprendono che è arrivato il momento decisivo del match e cercano il break che potrebbe far pendere la bilancia da una parte o dall’altra, Trento trova in Baldi Rossi un protagonista inaspettato, bravo a segnare sei punti consecutivi per il 64 a 61 casalingo e sulla tripla di Poeta la Dolomiti Energia prova ad andare, via grazie anche ad un fallo antisportivo fischiato a Lacey dopo una palla persa in palleggio che consente a Pascolo di scagliare la tripla del 70 a 61, l’attacco biancorosso sembra aver perso l’energia dei primi 35 minuti e anche le palle vaganti finiscono tutte nelle mani dei ragazzi di coach Buscaglia, aggiungiamoci i soliti errori dalla lunetta e a 4’ dalla sirena il tabellone recita un 74 a 62 che sa tanto di resa per la Vuelle, ci provano Christon e Gazzotti ad accorciare le distanze, ma la tripla del 77 a 66 di Peppe Poeta manda i titoli di coda su un match che ha visto Pesaro giocarsela alla pari fino al 32’, subendo purtroppo nel finale il break decisivo da parte di una Dolomiti Energia che si aggiudica meritatamente i due punti col punteggio finale di 81 a 74.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>