Avanti coi carri: il Carnevale di Fano snocciola le prime novità del 2016

di 

9 novembre 2015

FANO – I cantieri dei grandi carri allegorici del Carnevale di Fano sono pronti a illuminarsi delle luci, dei colori e dell’impareggiabile arte dei maestri carristi. I veri protagonisti della manifestazione più antica d’Italia indosseranno infatti da oggi le loro divise d’ordinanza – i caratteristici abiti comodi e caldi, le tute e salopette chiazzate di vernice e colla, i cappelli di lana per proteggersi dal freddo dell’inverno – per mettersi al lavoro e realizzare le mastodontiche opere di cartapesta che sfileranno domenica 24, 31 gennaio e 7 febbraio 2016.

“L’accordo raggiunto tra Carnevalesca e carristi – dice il sindaco di Fano Massimo Seri – rappresenta un traguardo importante per lo svolgimento dell’edizione 2016 e al tempo stesso è propedeutico al tavolo sul Carnevale che il Comune di recente ha istituito e che dovrà lavorare per programmare a medio e lungo termine una manifestazione che abbia respiro nazionale, attrattiva turistica, contenuti culturali e folkloristici che siano espressioni della nostra città. Esprimo quindi tutto il mio apprezzamento per la volontà e lo spirito di collaborazione manifestata da tutti e, in particolare, dai carristi che non hanno rinunciato, seppure in un momento finanziario difficile, a dare il loro prezioso contributo di creatività e professionalità nella realizzazione delle grandiose opere di cartapesta, uno dei simboli più amati del nostro Carnevale”.

In viale Gramsci in corteo, scenderanno 4 carri di prima categoria, 5 carri di seconda categoria, compreso un “Pupo” tutto nuovo, e decine di mascherate preparate dagli storici gruppi fanesi, come il Laboratorio Geniale, il Club Non Solo Donna e l’oratorio “La Stazione” di Cuccurano, e da altri provenienti da tutta la provincia e non solo.

Sarà “una sfilata tutta nuova, entusiasmante e suggestiva come sempre – garantisce il presidente dell’Ente Carnevalesca Luciano Cecchini – Tutto questo è stato reso possibile dalla sensibilità e dalla collaborazione dei maestri della cartapesta e di tutte le altre maestranze che hanno reso grande la manifestazione nel corso degli anni. Con poco più di 70mila euro, mettendo in conto qualche sacrificio, riusciranno a dare vita a un Carnevale che nulla avrà da invidiare ai precedenti. Ringraziamo loro per l’amore che hanno dimostrato verso l’evento. Daremo, insieme, il massimo per realizzare al meglio la manifestazione”.

A dimostrare questa volontà è il fermento che si respira, da giorni, negli spazi di piazza Andrea Costa in cui si stanno mettendo a punto importanti collaborazioni. “Il nostro obiettivo è quello di portare la kermesse e il nome di Fano al di fuori dei confini locali” sottolinea Cecchini. Per raggiungerlo la Carnevalesca ha in serbo progetti che serviranno a innovare e rendere grande l’edizione 2016 estiva e quella invernale del prossimo anno; collaborazioni con importanti aziende nazionali; contributi di eventi legati al tema carnascialesco di altre realtà italiane.

“L’obiettivo dell’Amministrazione è far crescere l’evento – afferma il vice sindaco e assessore al Turismo, Eventi e Manifestazioni Stefano Marchegiani – renderlo ancor più partecipato dai fanesi, dai turisti e sempre maggiormente noto a livello nazionale e internazionale. Tra le operazioni previste durante gli scorsi mesi dobbiamo ricordare la partecipazione del Carnevale a Expo, un tassello di certo importante per raggiungere i traguardi prefissati ma che rappresenta solo una parte dell’intensa attività di promozione prevista per attrarre turisti nella nostra Fano, Città del Carnevale ma anche di una storia e di un buon vivere unici nel nostro Paese”.

Confermata la partecipazione al programma 2016 di appuntamenti promossi da enti e associazioni del territorio come la Fondazione Cassa di Risparmio di Fano, la Fondazione Teatro della Fortuna e l’assessorato allo Sport del Comune di Fano.

Info: www.carnevaledifano.eu
App: Carnevale di Fano

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>