“Non ci resta che ridere… amaramente”, il 13 novembre spettacolo all’Astra contro la violenza sulle donne

di 

10 novembre 2015

PESARO – Dieci donne uccise, diventate angeli, arrivano in Paradiso e vengono accolte da San Pietro che le invita a raccontare la loro storia. Storie di violenze fisiche, psicologiche, economiche, stalking e altre dinamiche che purtroppo vedono vittime le donne. E’ il filo conduttore dello spettacolo “Non ci resta che ridere… amaramente”, per la regia di Maria Letizia Righi, che verrà messo in scena dalla compagnia teatrale “I Fanigiulesi” venerdì 13 novembre, alle ore 21, al Cinema Teatro “Astra” di Pesaro, tratto da “Ferite a morte” di Serena Dandini (biglietto 12 euro).

Locandina spettacolo 13 novembreL’iniziativa, promossa dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dal Comune di Pesaro, da “I Fanigiulesi” e dall’associazione di promozione sociale “Percorso Donna”, con la collaborazione della cooperativa “Labirinto”, si propone di raccogliere fondi a sostegno del Centro antiviolenza provinciale “Parla con noi” per le azioni di sensibilizzazione nelle scuole svolte proprio da “Percorso Donna”.

Come evidenzia la presidente dell’associazione Francesca Ceccarelli, ”la scuola è un luogo privilegiato per un’azione di cultura e prevenzione, aiutando ragazzi e ragazze a sviluppare una coscienza critica sulle dinamiche violente, per riconoscerle e non sottovalutarle o legittimarle. Abbiamo avuto la fortuna di incontrare presidi e docenti che ci hanno incoraggiato, prendendo a cuore il problema ed anzi chiedendoci di coinvolgere sempre più classi”. In questi giorni le volontarie di “Percorso Donna” (avvocatesse, psicologhe, educatrici ecc) stanno concludendo gli incontri negli istituti coinvolti nel progetto (professionale “Benelli”, liceo scientifico “Marconi”, istituto tecnico “Bramante – Genga”, agrario “Cecchi” e istituto d’arte “Mengaroni”), per un totale di 250 studenti, che la mattina del 13 assisteranno in anteprima allo spettacolo, per loro gratuito.

“Negli incontri – prosegue la Ceccarelli – spieghiamo ai ragazzi la rappresentazione che andranno a vedere, soffermandoci sulle forme di violenza, dalle più esplicite a quelle meno riconoscibili. Proponiamo poi letture tratte da ‘Ferite a morte’ di Serena Dandini, in particolare ‘Dark violet’, seguite da un momento di discussione, utile per esprimere sensazioni e chiarire dubbi. Informiamo anche sull’esistenza del Centro antiviolenza provinciale e sulla nostra attività volontaria all’interno della struttura (colloqui di prima accoglienza, colloqui informativi di carattere legale e assistenza di carattere psicologico) e nelle scuole. I ragazzi sono sempre molto partecipi e sensibili”.

Info e prevendita biglietti: Informagiovani del Comune di Pesaro tel. 0721.387775; Ufficio Pari Opportunità Provincia di Pesaro e Urbino tel. 0721. 3592305/2349; marialetizia.righi@tin.it 3475023658.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>