Il disgusto del Coni per l’epilogo della Moto Gp: Paccapelo (Coni Pesaro) scrive a Malagò: “Facciamo tutte le azioni necessarie per revocare il titolo a Lorenzo e squalificare Marquez e Pedrosa”

di 

11 novembre 2015

Alberto Paccapelo

Alberto Paccapelo

PESARO – Lo strascico del discusso, chiacchierato e controverso esito del Motomondiale non si placa. Nemmeno sui tavoli istituzionali del Coni. Dove il delegato provinciale Alberto Paccapelo ha scritto di suo pugno una agguerrita lettera inviata all’omologo nazionale Giovanni Malagò (e gentilmente fatta presente anche alla redazione di Pu24). Lettera volta a stigmatizzare tutto il carico di valori anti-etici e anti-sportivi di pessimo esempio globale messi in mostra dalla “coalizione spagnola” con i rispettivi carichi di responsabilità – in pista o in sede di dichiarazioni mediatiche – di Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Dani Pedrosa. Comportamenti che come si legge nella lettera – scritta da Paccapelo e qui riportata – si cerca pure di sanzionare:

“Caro presidente, ho appena terminato di ascoltare le dichiarazioni del pilota di MotoGp Jorge Lorenzo sull’esito del Gran Premio di Valencia e devo dire che sono rimasto stupefatto e disgustato da quanto affermato dal pur bravo pilota spagnolo. Affermare che gli altri due piloti spagnoli Marquez e Pedrosa si sono comportati nella gara di Valencia e nelle altre gare di campionato “affinché il titolo fosse rimasto in Spagna” è oltremodo offensivo per i valori indiscussi dello sport e per l’etica in generale.

Trovo oltremodo diseducativo per i giovani sportivi ascoltare e vedere simili comportamenti in persone che dovrebbero dare il buon esempio di cui, purtroppo, in questi ultimi tempi, se ne è persa la traccia anche in altri sport.

Malagò a Pesaro: giornata carica di emozione

Malagò ospite di Paccapelo in una precedente visita a Pesaro

Al di là del fatto che il pilota Valentino Rossi è un campione con la C maiuscola della mia terra, ritengo che il comportamento dei tre piloti spagnoli deve essere severamente punito per affermare che lo sport è lealtà, coraggio, rispetto e ti chiedo, pertanto, illustre Presidente, a nome mio personale e di tutti gli sportivi della Provincia di Pesaro e Urbino, di attivare tutte le azioni necessarie affinché gli organi preposti procedano alla revoca del titolo mondiale al pilota Lorenzo perché conquistato in modo non leale e alla squalifica fino alla radiazione dei piloti Marquez e Pedrosa.

Ti confesso che è molto difficile continuare a sollecitare i giovani al rispetto dei valori morali dello sport quando poi accadono queste cose. Confido che farai sentire la tua voce affinché venga ripristinata la vera scala dei valori dello sport che da decenni cerchiamo di inculcare nelle giovani generazioni. Ti ringrazio e saluto cordialmente

Giovanni Malago, presidente del Coni

Giovanni Malago, presidente del Coni

Di seguito, ecco la risposta del presidente del Coni Nazionale Giovanni Malagò recapitata al Coni pesarese nel pomeriggio di martedì:

“Caro Alberto, come sai e come hai visto ho già provveduto a far sentire la mia voce e continuerò a farlo nei prossimi giorni, settimane, mesi. Un abbraccio forte. Giovanni Malagò”.

Un commento to “Il disgusto del Coni per l’epilogo della Moto Gp: Paccapelo (Coni Pesaro) scrive a Malagò: “Facciamo tutte le azioni necessarie per revocare il titolo a Lorenzo e squalificare Marquez e Pedrosa””

  1. stefano scrive:

    Bravo Dott. Paccapelo!

    Se diventerà realtà la temuta previsione di avere in futuro nei circuiti di tutto il mondo tribune di tifosi che si insulteranno e sfotteranno vicenda come succede negli stadi, sarà “merito” di questo indegno e smascherato inciucio, messo in atto da due miseri campioncini di plastica.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>