Ladri scatenati a Pesaro e Fano: svaligiate le case dello psicologo e del calciatore

PESARO – Ladri scatenati. A Pesaro come a Fano. Senza guardare in faccia nessuno. Così è successo che venisse presa di mira la casa di Silvio Cattarina, 61 anni, psicologo e sociologo notissimo in città, che da presidente della comunità L’imprevisto si adopera per i più deboli, cioè per i tossicodipendenti che per uscire dalla dipendenza spesso e volentieri rubano.

“ESSENDO io il difensore dei ladri e dei delinquenti, mi chiedo: perché sono venuti a rubare da me?”. Queste le eloquenti parole pronunciate da Cattarina al Carlino di oggi, che dà menzione di quel furto in via Fratelli Bandiera, zona Pantano, “costato” un computer portatile e gioielli vari, compresi quelli regalati ai figli da piccini.

I ladri si sono introdotti anche nella casa vicino, rubando collane di perle e con brillanti, anelli e bracciali. Indagano i carabinieri.

Polizia invece in azione a Fano, dopo un colpo di circa 20mila euro in due case al secondo piano di una palazzina. Ignoti si sono introdotti in due appartamenti di via Roma, strada centralissima, arrampicandosi sulle tubature del gas. Una delle vittime, racconta sempre il Carlino, è Stefano Bologna, ex calciatore dell’Alma Juventus Fano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>