Riscatto immediato: PesaroFano batte Arzignano. A segno anche Dudù

di 

14 novembre 2015

Minuto di silenzio prima della gara

Minuto di silenzio prima della gara

PESARO – Senza Babic, ma con un Dudù devastante. Riscatto voleva essere e riscatto è stato per l’Italservice PesaroFano che di fronte ad una buona cornice di pubblico al PalaFiera si è imposto per 4-1 sul Real Arzignano. Partita sempre in mano dai biancorossogranata, che nonostante il doppio vantaggio nella prima parte di match, hanno impiegato trequarti di gara per chiudere il match definitivamente.

Priva dello squalificato Babic e con Ganzetti alla prima al palaFiera dopo il suo ritorno dalla sfortunata esperienza in Calabria, l’Italservice PesaroFano è andato presto avanti di due reti con i soliti cecchini Jelavic e Tonidandel. Poi però i rossiniani hanno subito il guizzo del bomber di razza Amoroso prima del riposo, che ha fissato il punteggio all’intervallo sul 2 a 1. Nella ripresa battaglia per una decina di minuti, poi il break decisivo: prima Lamedica poi Dudù (autore del suo primo gol in A2) e il 4 a 1 è divenuto realtà.

Vittoria doppiamente importante perché cancella immediatamente il primo ko subito la settimana scorsa ad Imola, ma soprattutto perché riporta il PesaroFano ad appena 4 punti dalla vetta (la capolista Came Dosson sconfitto dalla Maran Nursia) e ad un solo punto dal podio. Nel dettaglio l’alta classifica ora recita: Imola e Came Dosson 18 punti, Milano 15, PesaroFano 14.

Da sottolineare prima della gara il minuto di silenzio effettuato in segno di lutto per le vittime degli attentati in Francia.

Nel prossimo turno l’Italservice PesaroFano fa visita al Carmagnola.

ITALSERVICE PESAROFANO – REAL ARZIGNANO 4-1
ITALSERVICE PESAROFANO: Corvatta, Jelavic, Dudù, Tonidandel, Lamedica, Bonci, Ganzetti, Ugolini, Vagnini, Cuomo, Rossi, Verì. All. Osimani
REAL ARZIGNANO: Marzotto, Castilla, Marcio, Amoroso, Yabre, Rubega, Hoenou, Rosa, Suksomkorn, Urbani. All. Stefani
RETI: 5’59” Jelavic, 9’47” Tonidandel, 15’42 Amoroso; 31’53” Lamedica, 32’53” Dudù
ARBITRI: Brasi (Seregno) e Vecchione (Terni), crono Parrella (Cesena)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>