Tra Vis e Castelfidardo finisce a reti bianche: pesaresi non spettacolari ma gagliardi

di 

15 novembre 2015

CASTELFIDARDO – VIS PESARO 0-0
CASTELFIDARDO (4-3-3): Chiodini; Belelli (16′ st Bordi), Castellana, Capparuccia, Dalla Riva; Pigini, Bacchiocchi, Speranza (37′ st Bonifazi); Minella, Balloni, Donzelli (15′ Trillini). A disp. Carnevali, Foglia, Campana, Ferri, De Carlo, Trillini, Tombolini. All. Bolzan
VIS PESARO (4-2-3-1): Venturi; Rossoni, Labriola, Tombari, Fabbri; Brighi, Giorno; Iovannisci, Ridolfi (15′ st Costantino), Ruci (32′ st Dadi); Falomi. A disp. Celato, Bartolucci, Gnaldi, Dominici, Forò, Bugaro, Torelli. All. Pazzaglia
ARBITRO: Panettella di Bari
NOTE: giornata nuvolosa, terreno di gioco in discrete condizioni, spettatori 1.000 circa; prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio per le vittime degli attacchi terroristici di Parigi; ammoniti Castellana, Minella, Bacchiocchi; angoli 4-2, recupero 0+3

L'entrata in campo di Castelfidardo e Vis

L’entrata in campo di Castelfidardo e Vis

CASTELFIDARDO (Ancona) – La Vis vuol suonare la fisarmonica. A Castelfidardo, città dell’Anconetano famosa per la produzione di strumenti musicali, i pesaresi cercano il quarto risultato utile a fila. Non facilissimo contro un team, quello di Bolzan, in grande forma, come testimonia la striscia positiva che dura da sette giornate.

Minuto di silenzio per le vittime di Parigi

Minuto di silenzio per le vittime di Parigi

Pazzaglia, nel 4-2-3-1 di partenza, ripropone nove undicesimi della squadra che ha sfiorato l’impresa col Campobasso. Gli unici differenti da domenica scorsa sono Fabbri (terzino sinistro al posto di Bartolucci) e Ruci (invece di Dadi). Bolzan, invece, lascia fuori inizialmente il trequartista Trillini. Terna pugliese: arbitra Claudio Panettella di Bari, fischietto alla prima stagione di D, coadiuvato da Diego Di Tondo e Pierangelo Pellegrini entrambi di Barletta. Prima dell’inizio, osservato un minuto di silenzio per le vittime degli attentati di Parigi. Poi si gioca. Il live:

PRIMO TEMPO

Una fase di gara fra Castelfidardo e Vis

Una fase di gara fra Castelfidardo e Vis

1′: partiti. Vis che attacca da destra a sinistra della tribuna centrale, Castelfidardo in completo viola da sinistra a destra ovviamente.
5′: qualche timida protesta locale per un presunto tocco di mano in area di Tombari, l’arbitro fa proseguire assegnando un corner senza esito.
9′: cross di Iovannisci da destra, Chiodini non trattiene ma poi arriva prima di Falomi che comunque era in agguato.
10′: cross da sinistra di Dalla Riva, Venturi smanaccia e Labriola sventa una minaccia potenziale. Buon ritmo, gara aperta.
16′: Venturi sbaglia il rinvio, la sfera arriva a destra a Minella che prova il tiro da posizione difficile che termina abbondantemente a lato.
20′: fase di stanca del match in cui prevale il tatticismo, ancora nessuna occasione di rilievo.
25′: brutto fallo di Castellana su Ridolfi, ammonizione inevitabile per quanto giusta.
26′: Iovannisci a sinistra rientra e prova il tiro a girare, largo.
29′: bello spunto di Ruci a sinistra che si sciroppa tutto il campo e conquista corner.
30′: schema da angolo, Iovannisci cross il pallone poggiato da Ridolfi ma la retroguardia fisarmonicista allontana, la palla arriva a Brighi che prova un tiro che finisce alto e nemmeno di poco.
33′: Vis che cresce anche se onestamente finora è successo pochissimo.
36′: occasione Vis, lancio millimetrico di Giorno per Iovannisci, si sovrappone Rossoni che crossa per Ruci che di prima intenzione tocca fuori non di moltissimo un pallone comunque sporco.
37′: risponde il Castello con Dalla Riva che crossa, Donzelli di testa mette fuori.
37′: Ridolfi atterrato, norma del vantaggio con Giorno che di sinistro arrota largo. Buona Vis adesso.
44′: occasionissima Vis, con un pasticcio del Castello che non viene sfruttato da Ruci, che tira da fuori area invece che continuare a correre verso la porta o magari servire a Ridolfi che si stava sovrapponendo.
45′: senza un secondo di recupero squadre negli spogliatoi, è 0-0 ma Vis nettamente superiore nella seconda metà di tempo.

SECONDO TEMPO

Il saluto dei giocatori vissini al pubblico presente

Il saluto dei giocatori vissini al pubblico presente

1′: ricomincia la ripresa con gli stessi effettivi.
4′: tiro dalla lunghissima distanza di Bacchiocchi che finisce sulla parte alta della rete, con Venturi che comunque controllava.
6′: Castello più determinato in questo avvio di ripresa mentre la Vis stenta a ingranare e a riprendere il discorso da dove l’aveva lasciato.
9′: ammonito Bacchiocchi per un’entrata in ritardo su Brighi.
11′: Minella pescato a sinistra sul filo del fuorigioco, cross sotto Venturi che blocca.
15′: esce Ridolfi entra Costantino.
15′: esce Donzelli entra Trillini.
16′: esce Belelli entra Bordi.
16′: tatticamente la Vis passa al 4-4-2 mentre il Castello si schiera col 4-3-1-2.
18′: Ruci conquista una bella palla centralmente e tira dal limite però Chiodini blocca, tra le proteste di Costantino verso il compagno che ha ignorato la sua sovrapposizione.
27′: punizione di Iovannisci per Costantino che colpisce ma la palla finisce fuori non di poco.
31′: in questa ripresa è successo veramente poco.
32′: esce Ruci entra Dadi.
37′: esce Speranza entra Bonifazi.
39′: Trillini salta netto Rossini e tira da posizione defilata, Venturi si allunga sul suo palo e mette in corner.
40′: Giorno per Costantino a sinistra si accentra e da posizione impossibile prova la battura con la palla che finisce fuori.
44′: palla che sembra una scheggia impazzita, Minella prova la rovesciata alta.
45′: tre minuti di recupero.
48′: finisce con un pareggio senza grosse emozioni. Prestazione comunque seria della Vis, in casa di una formazione in salute che non a caso coglie l’ottavo risultato utile consecutivo. La striscia dei pesaresi arriva invece a quattro. CASTELFIDARDO 0 VIS PESARO 0.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>