Daniele Arrigoni a tutto campo. L’ex Vis, intervistato oggi da Radio Onda Libera, è responsabile delle Rappresentative di Lega Pro

di 

16 novembre 2015

Arrigoni e Leonardi

Daniele Arrigoni nella sua ultima apparizione a Pesaro: premiato dall’allora direttore vissino Leandro Leonardi

PERUGIA – E’ un Daniele Arrigoni a tutto campo quello intervenuto questa mattina con Giancarlo Antognoni e il popolare attore Gigi Proietti, della trasmissione “Pezzi da 90″ condotta da Massimo Boccucci sull’emittente umbra Radio Onda Libera. L’indimenticato allenatore della Vis Pesaro, che dalla conquista della C1 in biancorosso nell’epica cavalcata culminata ad Arezzo è giunto fino alla ribalta della serie A, ricopre oggi le mansioni di responsabile delle rappresentative Under 18 e Under 16 di Lega Pro. Un’intervista che parte con la domanda che in questi giorni tutti – ben al di fuori del mondo del pallone – si stanno ponendo :

Come reagire al dramma di Parigi?

Per Daniele Arrigoni “noi possiamo solo condannare perché ci sono le autorità che devono prendere le decisioni. Serve una reazione e va fatto qualcosa subito. Lo sport deve andare avanti per mandare messaggi positivi”.

“Per me è come un premio. Non volevo più allenare, poi mi ha chiamato il commissario Miele prospettando un’esperienza nuova e stimolante”.

Domani e mercoledì a Roma ci sono le selezioni del centro-sud delle due Under: che prospettiva si è dato?

“Concluse le selezioni farò le prime convocazioni e a dicembre ci saranno i test. Guardo al primo torneo a marzo. Sono previsti alcuni appuntamenti internazionali per l’anno prossimo e il 2017″.

Molti pensano che Antonio Conte lascerà subito dopo gli Europei a prescindere dall’esito: lei ci crede?

“Conte vuole avere una squadra in mano ogni giorno. Penso che questo ruolo gli vada stretto”.

Daniele Arrigoni

Daniele Arrigoni

Il campionato che tipo di risposte sta dando sul livello, competitività e qualità dei giocatori?

“Diverse squadre giocano bene ed è un pezzo che non succedeva. C’è una rosa allargata che compete ai massimi livelli. Solo l’Inter non sta giocando granché pur stando in vetta”.

Delle quattro squadre ai vertici chi la convince di più?

“La più forte è il Napoli che vedo da scudetto. Gli mancava equilibrio in difesa e a centrocampo: Sarri gliel’ha dato. Anche la Roma gioca un bel calcio ma un po’ più sotto rispetto al Napoli”.

Paulo Sousa è una rivelazione?

“E’ stato un grande giocatore, tutti lo ricordiamo. E si vede che sta portando quel tipo di atteggiamento e mentalità che esprimeva sul campo”.

Chi vince sabato tra Juve e Milan?

“La Juve. Così tornerà nel giro scudetto e diventerà un’altra volta un problema per tutti”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>