Scuole comunali, Ricci: «Se vince il sì alla fusione, tre milioni di euro per gli interventi di straordinaria manutenzione»

di 

16 novembre 2015

PESARO – «Il Comune ha 39 milioni di euro di avanzo bloccati dal patto. Stiamo seguendo due vie per liberare parte delle risorse: legge di stabilità e referendum per la fusione Pesaro-Mombaroccio. Se andranno in porto, nel 2016 destineremo tre milioni di euro alla straordinaria manutenzione delle scuole comunali». Lo ha detto Matteo Ricci, consegnando gli attestati ai 46 docenti e dirigenti scolastici delle scuole pesaresi in pensione dallo scorso settembre. «Continueremo ad investire sulla scuola – ha aggiunto il sindaco – Avevamo 21 dirigenti: li abbiamo dimezzati. Prima spendevamo un milione e mezzo di euro all’anno per la voce, adesso 750mila. Un dirigente per 60 dipendenti credo sia la proporzione giusta. I risparmi? Per il sociale e per rafforzare le politiche educative della città».

Matteo Ricci, Marcella Tinazzi e Giuliana Ceccarelli

Matteo Ricci, Marcella Tinazzi e Giuliana Ceccarelli

Il sindaco ha ricordato l’intervento sulle tariffe dei nidi: «La fascia medio-bassa era penalizzata: abbiamo riequilibrato la proporzione, abbassando le rette del 20 per cento. Un modello più equo». Ancora: «Crediamo nella storia delle materne comunali. E insistiamo sull’organizzazione mista che prevede comunali, statali e convenzionate. Il confronto che si genera è positivo, ognuno è orgoglioso della sua tradizione. Le uniche assunzioni fatte sono state per quattro maestre: è un segnale». Sull’edilizia scolastica: «Le scuole superiori rimangono di competenza della Province, che ora vivono una fase di transizione complicata. L’idea di prospettiva resta fare una scuola nuova al Campus. Si stanno cercando finanziamenti, c’è la partecipazione al bando Inail. Nel frattempo, va gestita l’emergenza-Alberghiero, sul Santa Marta bisogna dare una prospettiva certa al prossimo anno scolastico». Sull’edilizia di competenza comunale: «Da qui alla fine dell’anno chiuderemo i lavori di messa a norma e impiantistica per 700mila euro alla Leopardi. Sulla messa a norma e adeguamento strutturale dell’auditorium dell’Alighieri, gli interventi scatteranno a gennaio (due finanziamenti per 500mila euro complessivi, ndr)». Non solo: «Abbiamo fatto la gara del calore, sarà cambiata quasi ovunque l’impiantistica termoidraulica. Gradualmente avremo una gestione del calore molto migliore rispetto all’attuale». Infine: «Se ci sarà, come speriamo, lo sblocco del patto, destineremo 3 milioni a un piano di interventi per la straordinaria manutenzione delle scuole comunali. Il referendum per la fusione? Si fa per rafforzare i Comuni, operazione necessaria nella fase di svuotamento delle Provincie».

La sala rossa del Comune con i 46 docenti che vanno in pensione

La Sala Rossa del Comune con i 46 docenti che vanno in pensione

Ai docenti in pensione: «Siamo ancora scossi da quello che è accaduto a Parigi. Abbiamo tanti difetti ma siamo una città con una forte cultura del fare e della solidarietà. Abbiamo dei valori importanti, non sempre riscontrabili in altre realtà. E’ merito anche di chi, come voi, ha contribuito a formare i cittadini pesaresi. Un valore enorme». «Grazie per quello che avete fatto per l’educazione dei nostri ragazzi. E’ un riconoscimento di un percorso che dura una vita», ha evidenziato l’assessore Giuliana Ceccarelli, affiancata dal dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Marcella Tinazzi.

Ecco i nomi dei docenti: Anna Maria Della Chiara, Simonetta Bulzinetti, Oliviana Ferri, Liliana Marroni, Marisa Misirolli, Maria Rita Tonti, Nadia Alesi (Alighieri); Mara Buresta, Marina Sacco (Tonelli); Margherita Mariani, Simonetta Spighetti, Rita Tamburini, Paolo D’Isabella, Paola Del Prete (Olivieri); Nadia Canti, Carla Felicia Scocco (Leopardi); Giuliana Ceccarelli, Vilma Diotallevi, Rita Giomprini (Pirandello); Marina Totaro (Villa San Martino); Lea Benoffi, Maria Grazia Cecchini, Anna Curina, Giuseppina Cupparoni (Gaudiano); Tiziana Angelini, Fiorella Cola, Maria Luce Fucili (Cecchi); Patrizia De Sanctis (Mamiani); Nadia Primori (Benelli); Dario Baronciani (Bramante); Rossella Boidi, Franco D’Angelo, Loretta Orazi (Genga); Luigi Arceci, Matilde Della Fornace, Sonia Ugolini, Annarita Rincicotti, Giuliano Segantini (Marconi); Ivonne Romagnoli (Santa Marta); Francesco Leoni, Maria Cristina Belligoni (Mengaroni); Anna Maria Fabini, Valentina Trebbi (Nidi); Grazia De Cecco, Fiorella Marini, Francesca Ricci (Scuole d’infanzia).   

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>