Fotografia: a Palazzo Gradari Macula presenta la seconda edizione di Foto-Insight dedicata all'(Auto)ritratto

di 

17 novembre 2015

PESARO – Macula presenta FOTO-Insight, la rassegna giunta alla sua seconda edizione e dedicata alla fotografia intesa come strumento di benessere, consapevolezza e ricerca personale. Il tema di quest’anno è (Auto)ritratto e verrà approfondito attraverso l’attivazione di 2 workshop, l’inaugurazione di 4 mostre e la conferenza (Auto)ritratto fotografico tra arte e psicologia, che vedrà la partecipazione di esperti da tutta Italia. Le giornate clou saranno sabato e domenica 21 e 22 novembre presso il piano nobile di Palazzo Gradari ma le mostre saranno visitabili fino al 29 novembre.

 AUTORITRATTO_ORIGINALE_01__MG_0794A cura di Giancarla Ugoccioni e organizzato da Macula in collaborazione con NETFO, il Perugia Social Photo Fest e Sistema Museo, col patrocinio del Comune di Pesaro, FOTO-Insight quest’anno esplorerà il tema del ritratto fotografico nelle sue diverse sfaccettature (la relazione tra ritrattista e soggetto ritratto, l’autoritratto, la figura del doppio), a partire dall’etimologia della parola ‘ritratto’, che deriva dal latino ‘retrahere’, ovvero ‘far tornare’, ‘trattenere’, ma anche ‘salvare’.

Si parte sabato 21 novembre alle ore 10 con la conferenza “(Auto)ritratto fotografico tra arte e psicologia”, con esperti da tutta Italia che si confronteranno mostrando come i generi del ritratto e dell’autoritratto fotografico siano stati esplorati nel panorama artistico contemporaneo, utilizzati in percorsi di ricerca interiore in relazione al Sé e all’altro, e in contesti di relazione d’aiuto. Si prosegue nel pomeriggio con il laboratorio esperienziale “The Self-Portrait Experience®”, a cura di Chiara Digrandi, mentre alle 18.30 verranno inaugurate le 4 mostre dedicate al tema: “Parla con Lei”, collettiva di autoritratti del The Self-Portrait Experience®, “If only for a second”, a cura di Mimi Foundation, “Der Doppelgänger”, di Francesca Randi e “Le mie stanze”, di Camilla Urso e Ekin Bayurgi. Domenica sarà la volta del laboratorio esperienziale di foto-arteterapia “Il doppio volto”, a cura di Floriana Di Giorgio e Antonello Turchetti. Le mostre saranno visitabili fino al 29 novembre, mentre sul sito di Macula www.spaziomacula.it è possibile iscriversi ai laboratori. Un viaggio dunque tra fotografia e psicologia, a partire dal presupposto che ciò che il ritratto può e deve rivelare è il segreto, più o meno oscuro, nascosto nel cuore dell’uomo. D’altronde, come afferma il pittore Basil ne Il ritratto di Dorian Grey di Oscar Wilde, “la ragione per cui non voglio esporre questo ritratto è che temo di aver rivelato in esso il segreto della mia anima”. Siamo pronti a conoscere la nostra anima?

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>