La tragedia di Francesca. 19enne di Morciola strappata alla vita da un malore senza un perché

di 

18 novembre 2015

Francesca Ricci (foto tratta da Facebook)

Francesca Ricci (foto tratta da Facebook)

VALLEFOGLIA – Si chiamava Francesca Ricci, aveva 19 anni ed è stata strappata alla sua giovane vita da un aneurisma polmonare. La tragedia si è consumata ieri mattina a Bologna dove la ragazza – che abitava a Morciola con la famiglia – da un anno frequentava l’Università studiando presso la Facoltà di Lettere Moderne. Sconcerto nella famiglia – il padre Giancarlo, impiegato in un’azienda di Lucrezia, la madre Daniela insegnante a Vallefoglia e il fratello Alberto – e fra i tanti amici di Francesca. Sconvolti e addolorati. Francesca giocava anche a pallavolo nella PolBottega, società di serie D dove il padre Giancarlo è presidente.

Francesca è deceduta per anomale complicazioni polmonari in merito alle quali si cercherà di fare un po’ più di chiarezza con l’autopsia prevista per domani (giovedì). La ragazza una settimana fa aveva denotato un certo malessere decidendo di sottoporsi ad un controllo medico, ma gli accertamenti in merito non avevano ravvisato alcunché. Ieri Francesca si è sentita male a Bologna e sono risultati vani i repentini soccorsi e trasporti verso il nosocomio emiliano-romagnolo.

Domani alle 19.30 si terrà un rosario nella chiesa di Morciola. La stessa chiesa che venerdì alle 14.30 officerà i funerali e l’ultimo struggente saluto a Francesca.

Un commento to “La tragedia di Francesca. 19enne di Morciola strappata alla vita da un malore senza un perché”

  1. Brusco 54 scrive:

    Ciao Francesca, riposa in pace.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>