Mercatini, candele e non solo. Da fine novembre all’Epifania ecco “il Natale che non ti aspetti”

di 

18 novembre 2015

PESARO – Mercatini natalizi, presepi storici profondamente collegati alle tradizioni dei luoghi e manifestazioni uniche nel loro genere, da “Candele a Candelara” alla “Festa nazionale della Befana di Urbania”: la provincia di Pesaro e Urbino, nelle Marche, è diventata in pochi anni la realtà più organizzata del centro Italia sul versante dei mercatini e delle iniziative natalizie, offrendo ai turisti, da fine novembre al 6 gennaio, una vera e propria rete di eventi. Il brand “Il Natale che non ti aspetti” racchiude infatti una miriade di iniziative, sapientemente collegate tra loro dalla Provincia di Pesaro e Urbino, dai Comuni e dalle pro loco, che hanno saputo valorizzare le peculiarità di ogni territorio, puntando anche sull’artigianato artistico e sulle tipicità enogastronomiche.

Presentazione Il Natale che non ti aspetti

Presentazione Il Natale che non ti aspetti

Nella campagna di promozione portata avanti dall’Ufficio Turismo della Provincia sulle principali riviste di viaggi e turismo, sono indicate le 18 manifestazioni più note, rimandando al sito www.turismo.pesarourbino.it e al numero verde 800.563.800 la conoscenza di tutte le iniziative promosse da ogni territorio. “Il Natale che non ti aspetti 2015-2016” è stato illustrato in conferenza stampa dal dirigente del Servizio Cultura e Turismo Massimo Grandicelli, dal responsabile dell’Ufficio Turismo Ignazio Pucci e dal presidente provinciale Unpli (Unione nazionale delle pro loco d’Italia) Francesco Fragomeno, alla presenza di rappresentanti di Comuni e pro loco del territorio.

“Nell’ottica di un turismo tutto l’anno – ha evidenziato Massimo Grandicelli – anche il periodo natalizio nel nostro territorio è diventato occasione per far conoscere le bellezze storiche, artistiche, culturali e le tipicità dell’enogastronomia e dell’artigianato, con un programma molto ricco di iniziative sviluppato da Comuni e Pro loco. Abbiamo avviato campagne promozionali sulle riviste di settore ed utilizzato il web e le piattaforme informatiche per diffondere il programma”.

Un programma ed un brand che il presidente provinciale delle pro loco Francesco Fragomeno ha auspicato venga valorizzato anche nel passaggio di competenze in materia di turismo dalla Provincia alla Regione Marche. “Sarebbe importante – ha detto – che all’interno del Piano Triennale del Turismo la Regione inserisse questo patrimonio di offerta turistica che potrebbe addirittura essere sviluppato da un Consorzio, chiamato proprio ‘Il Natale che non ti aspetti”. Al riguardo, il responsabile dell’Ufficio Turismo della Provincia Ignazio Pucci ha informato che “in queste ore i consiglieri regionali eletti sul territorio stanno presentando un emendamento per inserire ‘Il Natale che non ti aspetti’ nel Piano Turistico Regionale, essendo un’iniziativa che porta decine di migliaia di turisti in tutto il territorio. Siamo partiti con questo brand nel 2011 – ha aggiunto – quando l’evento più noto era solo Candelara, che ha poi fatto da traino a tutte le altre iniziative. I punti di forza sono la continuità, la qualità dei prodotti, tutti dell’artigianato tipico locale, e la pluralità dell’offerta. Sono previsti pullman da tutte le Regioni, ci siamo mossi in tempo per una promozione nazionale ed anche il nostro sito del turismo viene costantemente aggiornato con le segnalazioni di Comuni e pro loco. Se fino a qualche anno fa i nostri alberghi chiudevano nel periodo natalizio, ora sono affollatissimi”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>