Maria Letizia Melina lascia l’Ufficio Scolastico Regionale

di 

20 novembre 2015

ANCONA – Lascia da oggi la Direzione generale dell’Ufficio scolastico regionale per le Marche Maria Letizia Melina, richiamata a Roma per guidare la Direzione generale per lo studente, il diritto allo studio e l’internazionalizzazione della formazione superiore nell’ambito del Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca.

“La mia – dichiara la Melina, che ha già maturato un lungo percorso di incarichi al Ministero – è stata un’esperienza «sul campo» estremamente positiva, appassionante e coinvolgente sia dal punto di vista umano che professionale, un «bagno di realtà» per comprendere meglio le problematiche e i bisogni concreti delle scuole.

In questo momento – prosegue – vorrei innanzitutto ringraziare tutto il personale della Direzione generale e degli Ambiti territoriali che, dimostrando la consueta abnegazione e grande professionalità, ha sempre reso possibile far fronte alle situazioni più delicate, come in occasione del piano di assunzioni previsto dalla “Buona Scuola”, gestendo tutte le fasi di una procedura particolarmente complessa nei ristretti tempi dettati dall’urgenza delle operazioni.

Maria Letizia Melina

Maria Letizia Melina

Colgo poi l’occasione per rinnovare tutto il mio apprezzamento per un sistema scolastico come quello marchigiano che presenta valori medi molto elevati, significativamente al di sopra della media nazionale. La ricchezza delle esperienze realizzate, nonché il know how e la professionalità acquisiti da tutti i soggetti coinvolti, rendono oggi possibile disporre di una solida base di buone pratiche su cui innescare un processo di ricerca e cambiamento che stimoli il miglioramento continuo degli standard qualitativi.

Il mio saluto, ma anche il mio più sincero ringraziamento, va a tutti i dirigenti scolastici, al corpo insegnante e al personale non docente con l’augurio, che è anche una certezza, di saper affrontare con successo la grande sfida di cambiamento che investe oggi tutta la scuola italiana, puntando su quella necessaria sinergia che ha già nelle Marche una tradizione consolidata nel “fare rete” tra tutti coloro che, a titolo diverso, sono impegnati nella formazione dei nostri giovani.

Con particolare calore – conclude il direttore generale – saluto infine tutta la comunità scolastica, gli studenti e le loro famiglie e rivolgo un sincero ringraziamento anche alle autorità delle istituzioni che a vario titolo si occupano di istruzione e formazione e alle organizzazioni sindacali, con cui ho potuto sperimentare una fattiva collaborazione nel reciproco rispetto dei ruoli”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>