Quattro tesi di laurea “urbinati” premiate al Maxxi di Roma per il contributo al restauro dell’arte contemporanea

di 

20 novembre 2015

URBINO – Il 23 novembre al MAXXI di Roma si parla del restauro dell’arte contemporanea. Tema nuovissimo e urgente, da affrontare anche valorizzando il meglio che si sta producendo dalle università italiane. Lunedì verranno infatti premiate le migliori tesi di laurea italiane. E l’Università di Urbino sarà premiata grazie a quattro tesi di laurea.

Si tratta di Beatrice BalboniEron. (R)Evolution of language aerosol. Proposta conservativa per l’opera “THIS IS NOT THE ARTWORK BUT IT’S ONLY THE FRAMEBetty FerroArte Sella Gestione e conservazione di un parco di Art in nature a Borgo ValsuganaSerena VellaL’eterna giovinezza dei Mostri di Capalbio. Un progetto di conservazione programmato e preventivoSerena ZulianiL’inte[rve]nto dell’artista contemporaneo nella conservazione dell’opera d’arte. Maurizio Savini: materiali e tecniche.

Il Maxxi di Roma

Il Maxxi di Roma

INCCA Italia in collaborazione e con il sostegno del Museo MAXXI ha dunque deciso di proporre per lunedì una giornata di studi dedicata alle ricerche più interessanti e innovative svolte intorno al tema negli ultimi anni nell’ambito di tesi di laurea specialistica, scuole di specializzazione e dottorato. Per selezionare questi lavori di ricerca, da presentare attraverso un contributo orale o un poster, è stato fatto un invito aperto tramite una Open Call. I contributi e i poster sono stati infine selezionati da una commissione composta da restauratori e conservatori che operano sul contemporaneo. Alessandra Barbuto, Giorgio Bonsanti, Fabiana Cangià, Barbara Cisternino, Barbara Ferriani restauratrice, Anna Laganà restauratrice, Antonio Rava, Iolanda Ratti e Luciana Tozzi sono i prestigiosi nomi della Commissione selezionatrice.

Sono stati ricevuti 22 abstract di tesi presentate negli ultimi tre anni nei seguenti Atenei o Istituti: Università di Torino Venaria Reale (4), Università di Urbino Carlo Bo (4), Università di Roma Sapienza (3), Università di Bologna (2), Università di Genova (2), Opificio delle Pietre Dure di Firenze (2), Accademia di Belle Arti di Macerata (1),Università di Pisa (1), Università Federico II di Napoli (1),Università di Palermo (1), IUAV di Venezia (1). Per la giornata di lunedì le quattro laureate dell’ateneo urbinate sopra citate sono state selezionate: due per la presentazione orale e due per i poster. Assieme all’Università di Torino la Scuola urbinate ha ricevuto il numero maggiore di riconoscimenti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>