F1 Gp Abu Dhabi, gran finale Mercedes con Rosberg-Hamilton

di 

29 novembre 2015

Il podio di Abu Dhabi

Il podio di Abu Dhabi (foto tratta dal web)

Nico Rosberg chiude alla grande il Mondiale con la terza vittoria consecutiva, che aggiunte alle cinque pole sono uno bello schiaffo a Lewis Hamilton,che laureatosi campione in anticipo pareva aver relegato il compagno a “seconda “ guida. Invece Rosberg si è trasformato d’incanto da pilota in “confusione” per la supremazia del compagno a pilota schiaccia avversari, lanciando un messaggio chiaro al team ed a Hamilton, ovvero nel 2016 i conti si fanno con lui. Chi gongola di felicità indipendentemente dai messaggi di Rosberg è la Mercedes che trionfa con 16 vittorie come nel 2014, 12 doppiette,una più della scorsa stagione e 32 podi anche qui in incremento di uno rispetto a dodici mesi fa.

Ferrari. Ottimo terzo posto di Raikkonen che con una gara regolare si regala il terzo podio stagionale ( tutti nelle gare in notturna). Grande rimonta di Vettel che chiude quarto,confermando la sua ottima stagione, macchiata solo dagli errori del Messico e di ieri, un campionato con 3 vittorie e tredici podi sono sempre un bel risultato al primo anno in un team che a suo volta è partito in fase di ristrutturazione. Ora il Cavallino può e deve concentrarsi per il prossimo mondiale,come abbiamo più volte detto la Mercedes è su un gradino più alto e conoscendoli faranno di tutto per non scendere e non far salire nessuno. Sportivamente auguriamoci di vedere un campionato più combattuto, perché anche oggi a Yas Marina sono state più interessati le riprese delle sfavillanti ed eccentriche costruzioni ,che quelle del gran premio, a parte qualche bagarre iniziale, il recupero di Vettel e qualche sorpasso nelle retrovie si è visto poco. Bella gara di Perez che dopo l’exploit in prova di ieri porta la sua Force India al quinto posto, il messicano chiude la stagione alla “Rosberg” con un finale di stagione in crescendo. Bene Ricciardo sesto e Hulkenberg, che pur superato spesso da Perez, conferma con il settimo posto di oggi ed altre ottime prestazioni la qualità della Force India,quinta nel costruttori a ridosso della più blasonata e ricca Red Bull. Anche il bilancio della stagione, della quale torneremo a parlare nel lungo periodo invernale, in quanto a spettacolo chiude in negativo, tre o quattro gran premi combattuti su 19 sono un po’ poco per parlarne in modo entusiastico. Spettacolo che come da tempo si predica deve essere creato anche da regole tecniche e da più libertà in pista per i piloti, altrimenti la definizione di massima espressione dell’automobilismo per la F.1 inizia ad essere stretta. In tutto questo bailamme sono emersi due interessanti realtà fra i piloti ,alludiamo a Max Verstappen e Carlos Sainz, entrambi baby terribili in forza alla Toro Rosso ,che confermati si ritroveranno il prossimo anno una Power Unit Ferrari dentro il cofano.

Roberto Saguatti.

ORDINE D’ARRIVO G.P. DI ABU DHABI

  1. ROSBERG-MERCEDES

  2. HAMILTON-MECEDES

  3. RAIKKONEN- FERRARI

  4. VETTEL-FERRARI

  5. PEREZ-FORCE INDIA

  6. RICCIARDO-RED BULL

  7. HULKENBERG-FORCR INDIA

  8. MASSA-WIOLLIAMS

  9. GROSJEAN- LOTUS

  10. KVYAT- RED BULL

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>