E’ Luljeta Marku la Chef in the City 2015. Vince l’albanese fanese d’adozione

di 

30 novembre 2015

FANO – E’ Luljeta Marku, commerciante di origine albanese ma fanese di adozione, la cuoca amatoriale più brava della provincia di Pesaro e Urbino.

Luljeta Marku

Luljeta Marku

Il suo secondo dal titolo “Triglie in camporella”, filetti di triglia con crema di verza e melanzane grigliate, ha convinto sia la giuria tecnica che quella popolare e le ha permesso di battere, nella finalissima andata in scena ieri sera al ristorante Cascina delle Rose di Sant’Ippolito, l’agente di commercio Umberto Gennari ed il suo antipasto, “Un tuffo a Fano”, tortino di verdure e seppie accompagnato da uno sgombro appoggiato su un letto di indivia. Umberto si è dovuto accontentare del premio di consolazione messo in palio da Arredare La Tavola, una utilissima impastatrice.

Umberto Gennari

Umberto Gennari

Per la giuria tecnica composta da Federica Olivi del Fish House, Giovanni Savelli dell’osteria Al26, Giorgio Andrea Ricci di Cile’s, Stefano Marinelli dell’Osteria del Pisello, Marco vegliò del Galeone, Enrico Del Bianco del Tiravino e Michele e Federico Cecconi della Cascina delle Rose, non è stato un compito facile decidere quale dei due piatti premiare e alla fine tra i due concorrenti c’è stata una differenza di pochissimi punti.

Entrambe le pietanze sono state realizzate con il pesce fornito da Massimo Pesca di Fano e con le verdure di stagione selezionate con grande cura dal Conad Centro di San Lazzaro.

I finalisti di Chef in the City 2015

I finalisti di Chef in the City 2015

Oltre ai due piatti in gara il menù comprendeva anche una degustazione di panetteria mista fornita dal panificio Fantini di Fano, un assortimento di formaggi di Latticini Giuliana e i dolci delle tre più importanti pasticcerie fanesi: Guerrino, Bon Bon e Pasticceria Cavazzoni. Ad accompagnare il tutto i vini di Fattoria Mancini di Pesaro che ieri sera ha portato in degustazione il Roncaglia, un Colli Pesaresi Doc del 2014.

Pasta di Montagna ha omaggiato tutti i clienti del ristorante con delle confezioni di pasta da 250 grammi mentre Flonal ha regalato alle signore una bellissima e utilissima padella.

Ma i premi non sono finiti qui perché durante la serata è stato estratto un viaggio per due persone in una capitale Europea o in una città d’Italia messo in palio dall’agenzia Zenaide Viaggi.

Terminata la gara nei ristoranti ora sarà il turno delle pasticcerie con la versione “cake” di Chef in the City in programma tra gennaio e febbraio del prossimo anno. Per tutte le info consultare il sito internet www.chefinthecity.net o la pagina Facebook Chefinthecity.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>