Immacolata, a Pesaro un lungo fine settimana di cultura

di 

3 dicembre 2015

PESARO – Nella festività che apre le porte al Natale, i luoghi della cultura si animano per offrire mostre, incontri, laboratori, teatro per grandi e bambini. Insomma, tante occasioni per stare bene tra arte e bellezza.

In occasione della festività dell’Immacolata, Pesaro offre un lungo “ponte di cultura” – da venerdì 4 a martedì 8 dicembre – che apre al pubblico le porte di musei, edifici storici e monumenti per 5 giorni “pieni” di bellezza. Pesaresi e turisti potranno scegliere tra una ricca offerta di “luoghi” e attività per scoprire storia e tradizioni del territorio ma soprattutto per stare bene in una città pronta ad accogliere al meglio, a partire dalla sua piazza gioiello vestita a festa.

Dal 4 all’8 dicembre, i Musei Civici di Palazzo Mosca, Casa Rossini e l’area archeologica di via dell’Abbondanza sono aperti tutti i giorni: Civici e Casa Rossini con orario 10-13, 15.30-18.30, l’area archeologica con orario 10.30-12.30, 15.30-17.30 (ingresso con biglietto unico Pesaro Musei, gratuito fino a 19 anni, ridotto per i possessori della card Pesaro Cult, info 0721 387541 www.pesaromusei.it). Sabato 5 dicembre giornata ricca a Palazzo Mosca. Si parte alle 16.30 quando il “Piccolo Festival della Relazione” invita piccoli e genitori a un pomeriggio di danze, musiche, letture di relazione e laboratori sensoriali ed espressivi attorno al tema della prima relazione (con un intervento del pediatra Mauro Mancino). E ancora alle 17.30, inaugura “ll Novecento. Le ceramiche italiane degli anni ‘50”, mostra dedicata alle opere delle collezioni civiche presentate alla Terza Mostra Nazionale della Ceramica di Pesaro nel 1952. Si spazia dai ceramisti che reinterpretano il genere cinquecentesco agli innovatori proiettati alla sperimentazione; tra gli artisti da ammirare, Bruno Baratti, Antonia Campi, Leoncillo Leonardi, Nanni Valentini solo per citarne alcuni. E poi vale la pena ricordare che i musei si possono frequentare anche solo per fare shopping: dal 4 dicembre torna nel bookshop di Palazzo Mosca il Temporary Store con le eccellenze dell’artigianato artistico del territorio per un regalo originale (stesso orario dei musei).

E ancora sabato 5 dicembre alle 19, al Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro inaugura “Molti”, personale di Antonio Biasiucci. Un’esposizione che interseca ritualità antiche a drammi contemporanei attraverso una narrazione mai effimera. Sacralità, moltitudine e sacrificio rappresentano le fondamenta poetiche ed estetiche di un evento che, tra spazi del Suffragio e del Loggiato, si moltiplica in un doppio racconto per immagini. Dal 6 all’8 dicembre la mostra si visita con orario 16-19; ingresso libero con card Pesaro Cult, tel 0721.387651-653.

Ma Pesaro ormai è sempre più città di teatro e allora ecco una doppia proposta che pensa agli appassionati di danza e ai bambini. Sabato 5 al teatro Rossini, in prima assoluta, Romeo e Giulietta interpretato dalla Compagnia Junior del Balletto di Toscana su coregrafia di Davide Bombana (info 0721.387621). Domenica 6 dicembre la prima tappa pesarese della rassegna “Andar per fiabe”, con Alice della compagnia Fratelli di Taglia allo Sperimentale alle 17 (info 0721.3592515, 366.6305500).

Martedì 8 dicembre, all’offerta museale cittadina si aggiunge (16-19), il Museo della Marineria  Washington  Patrignani, accolto nella splendida Villa Molaroni; l’ngresso è gratuito; info tel 0721 35588.

E per chi non può a fare meno di libri, la biblioteca San Giovanni sarà aperta venerdì 4 e sabato 5 – con orario continuato 10.30-19 – e domenica pomeriggio dalle 15 alle 19; sarà invece chiusa martedì 8 dicembre (info 0721 387770).

Il weekend è servito.

Info www.pesarocultura.it, fb PESARO CULTURA

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>