Fano, giro di vite contro alcol e droga: arresti, denunce e segnalazioni. Venti minorenni beccati a bere wodka e amari

di 

5 dicembre 2015

FANO – La Polizia di Stato, nei giorni scorsi, ha svolto un’ampia operazione di controllo straordinario del territorio in particolare nella città di Fano. Controlli effettuati dagli uomini del Commissariato di polizia di quella città unitamente alle pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine di Perugia, così come disposto dal questore di Pesaro e Urbino Lauriola. Sono stati effettuati nei punti sensibili della città per la prevenzione dello spaccio di droga e dei reati contro il patrimonio, tra cui la stazione ferroviaria e dei pullman, il centro storico, le principali arterie e numerosi esercizi pubblici, con verifiche a persone e mezzi.

Particolare attenzione è stata rivolta al mondo giovanile sia per il consumo di sostanze stupefacenti che per l’abuso di alcolici.

Frutto dei controlli sono:

• l’arresto di un cittadino italiano originario della Puglia, di 30 anni, per il reato di spaccio di stupefacenti. Lo stesso veniva fermato dagli operatori per atteggiamenti sospetti tra numerosi giovani, anche adolescenti, nei pressi di piazza Amiani, nel centro storico, e veniva trovato in possesso di 25 dosi di hascisc e marijuana per un totale di circa 40 grammi di stupefacente pronta ad essere ceduta ai giovani consumatori con cui era in compagnia;

• la denuncia a piede libero di un 53enne campano residente a Fano, conosciuto alle forze di polizia per furti e rapine, per ricettazione di un telefono cellulare rubato all’interno di un supermercato cittadino;

• la segnalazione alla locale Prefettura, quali consumatori, di tre giovani fanesi i quali sono stati sorpresi con modiche quantità di hascisc tra cui un minorenne di anni 16 di fronte alla scuola che frequentavano.

Controlli sono stati estesi altresì verso numerosi extracomunitari al fine di verificare la regolarità sul territorio nazionale, tra cui uno, di nazionalità tunisina, risultato essere clandestino, anch’egli gravato da numerosi precedenti di Polizia per reati di droga. Lo straniero veniva accompagnato al CIE di Caltanisetta in attesa di essere espulso dal territorio nazionale.

Particolare attenzione è stata rivolta al fenomeno dell’abuso di alcolici da parte di minorenni, che vede impegnata la polizia di Stato in continui e mirati controlli.

Sono stati identificati, in totale, 20 minorenni con età che variano dai 15 ai 17 anni, tutte giovani ragazze di Fano e dell’immediato entroterra sorprese a consumare alcolici e superalcolici in 3 bar cittadini. Le minori sono state identificate dagli agenti subito dopo aver ordinato e pagato, bevande superalcoliche.

I titolari dei tre esercizi pubblici sono stati tutti sanzionati amministrativamente al pagamento di una somma complessiva di oltre 2.000 euro. Il titolare di uno dei tre esercizi è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per somministrazione di bevande alcoliche a minore degli anni 16. Tutti i gestori dei bar hanno ricevuto una diffida, da parte dell’Autorità locale di polizia di Stato al rispetto della legge, nonché a verificare scrupolosamente l’età dei loro avventori.

Nella circostanza due dei tre esercizi pubblici hanno subito un’ordinanza sindacale di riduzione dell’orario per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande quale conseguenza delle succitate violazioni.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>