I 20 anni della Tombola di Talacchio, un focolaio di passione e buona volontà nato dalla parrocchia

di 

5 dicembre 2015

TALACCHIO – Tra terne, quaterna, cinquina, un passatempo tipico del Mezzogiorno per unire e divertire nelle fredde sere invernali a ridosso del Natale. Fu così, proprio per gioco, 20 anni fa don Giovanni Lupi, allora parroco di Talacchio, decise assieme ai fratelli Cinzio e Davide Scatassa, a Pietro Fucili ed Elvino Ricci di organizzare una manciata di serate, senza tante aspettative con l’auspicio di coprire i costi sostenuti per l’acquisto dei premi.

La prima edizione si chiuse senza perdite né guadagni, che per questo gruppo di attivisti era già un successo, unendo forza e determinazione proseguirono con l’intento a fare qualcosa di buono per la propria comunità.

Non passarono molte edizioni e la tombola di Talacchio era già una ricorrenza alla quale non si poteva mancare. La ricetta vincente era il clima famigliare e la generosità che gli organizzatori di Talacchio offrivano ogni sera ai loro affezionati frequentatori.

Con l’affermarsi dell’iniziativa, le casse parrocchiali, sino ad ora misere tipiche di una piccola parrocchia di periferia, cominciarono ad ossigenarsi. L’allora parroco pon Lupi per motivi di salute si ritirò dal servizio dopo 50 anni in concomitanza con l’inizio dei lavori di ristrutturazione (anno 2002) della chiesa parrocchiale ottocentesca intitolata a San Michele Arcangelo, durati oltre 4 anni, abilmente coordinati dal successore don Riccardo Magnanelli. Molti lavori di ripristino e restauro della chiesa, diventati ormai impellenti i quali minavano la sicurezza dell’edificio e dei fedeli, furono corrisposti con i proventi della tombola.

Le edizioni susseguirono ad un ritmo di 12-13 serate ogni anno, con soddisfazione e grande affluenza.

Tante persone del paese prestarono il loro prezioso contributo per la buona riuscita dell’iniziativa.

Gli obiettivi ed esigenze si spostarono presto dalla chiesa parrocchiale alla casa parrocchiale usata per le varie attività goliardiche della parrocchia e per il catechismo; un palazzo nobile di fine 700 cui tetto originale era stato puntellato e rendeva inutilizzabile i locali sottostanti. Nel 2009 iniziarono i lavori che durarono circa un anno, finanziati il 50% dalla Cei e la restante parte dalla parrocchia.

I lavori intrapresi durante questi anni, compromettevano l’utilizzo di gran parte dei locali della Parrocchia tanto che, per dare continuità alla tombola fu necessario impiantare una  tensostruttura esterna. Durante quelli anni il lavoro degli organizzatori incremento decisamente per l’allestimento e smontaggio di tutta la struttura.

Un'immagine della Tombola di Talacchio

Un’immagine della Tombola di Talacchio

Nell’anno 2013 la tombola è tornata nel luogo di origine, il teatrino parrocchiale intitolato a Roberto Scatassa, non prima di eseguire alcuni interventi di manutenzione ordinaria tra cui, la più importante, la sistemazione della pavimentazione di accesso esterna, con abbattimento delle barriere architettoniche.

La 20esima edizione, che inizia il 12 dicembre proseguendo per 13 serate sino al 30 gennaio, si presenta ricca di novità promettendosi ancora più generosa con gli affezionati giocatori che ormai da 20 anni partecipano.

I festeggiamenti per questo importante traguardo avverranno sabato 27 febbraio, tutti gli abitanti di Talacchio saranno invitati ad una cena offerta, nella quale verranno consegnate delle riconoscenze alle persone che hanno collaborato durante questi anni.

Venti anni possono essere molti o pochi. Fatto sta che osservando la strada percorsa dall’inizio, tante opere e interventi, che all’epoca erano quasi impossibili per una piccola realtà come quella di Talacchio, sono stati diligentemente eseguiti, ciò significa che davanti a passione, volontà e determinazione nulla è impossibile e soprattutto che queste piccole realtà parrocchiali, talvolta dimenticate, racchiudono al loro interno sani focolai che ancora ardono di fede, passione e tanta buona volontà.

(Si ringrazia Andrea Ricci)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>