Candelara invasa dagli amanti delle candele: oltre 65 pullman e centinaia di camper. Le foto. Domani e martedì si replica.

di 

6 dicembre 2015

CANDELARA – Una vera e propria invasione. La domenica dell’Immacolata ha registrato il solito pienone con oltre 65 pullman arrivati da ogni parte d’Italia e centinaia di camperisti che hanno invaso le aree di sosta della città. Il Ponte dell’Immacolata si trasforma sempre in una grande occasione per visitare l’unica festa natalizia italiana dedicata alle candele.

Intanto domani e dopodomani Candelara si prepara ad una due giorni più tranquilla dal punto di vista delle presenze. Sono annunciati rispettivamente 35 e 25 pullman. Si tratta ovviamente di quelli munisti di pass e dunque autorizzati a raggiungere la festa. Per gli altri vige il divieto assoluto di accesso. Il servizio navette sta facendo egregiamente il proprio dovere, mentre in tanti sceglieranno proprio le giornate di domani e dopodomani per visitare la festa in “tranquillità” e senza resse. Per agevolare le visite e non congestionare le vie della festa, la Pro Loco ha predisposto la chisura degli ingressi nei momenti massima concentrazione di persone e più esattamente in coincidenza dei due spegnimenti programmati: le 17.30 e le 18.30.

Intenso anche oggi il programma della giornata. Dalle ore 10 gli artisti di strada con protagonisti le statue medievali itineranti; i trampolieri e gli zampognari. Alle ore ore 11 e poi alle 14 alle 16 e alle 18 i girovaghi trampolieri luminosi salentini. Alle 11 con repliche alle 13, alle 15 e alle 18, passeggiata con i pony al villaggio di Babbo Natale (a cura del Centro ippico Maiano). Alle ore 15 Archimossi  e alle 16 lo zampognaro magico e i suoi burattini. Alle ore 21,15 il Concerto dell’Orchestra di fiati di Candelara diretta dal maestro Michele Mangani al Teatro Rossini di Pesaro (ingresso euro 7 info e biglietti al numero 333.9759736).

La festa come tradizione propone due spegnimenti programmati dell’illuminazione elettrica di 15 minuti ciascuno (17.30 e 18.30). Molto apprezzati i giochi pirici al Campanile di San Francesco che prendono vita durante lo spegnimento programmato. Allo spettacolo dei fuochi pirici segue poi quello del lancio dei palloncini luminosi, che rischiareranno magicamente il cielo sopra il borgo.

L’orario di apertura della festa rimane lo stesso: dalle ore 10 alle 22. In questa edizione la festa riserverà ai visitatori diverse attrattive. A cominciare dal Vicolo Innevato e poi dalla Via dei Presepi, dove si potranno ammirare natività realizzate da artigiani di ogni parte d’Italia con i più diversi materiali (cera, legno, pietra, terracotta, ceramica, argento, sughero). Sarà inoltre possibile assistere dal vivo alla preparazione di candele, rigorosamente di cera d’api, come avveniva nel Medioevo. Nelle vie del centro inoltre  sono stati inseriti alcuni presepi in alcuni oggetti tipici della civiltà contadina.

Per i più piccoli sarà in funzione la gettonatissima Officina di Babbo Natale dove centinaia di bambini potranno lavorare con diversi materiali (creta, cera, carta, legno), e realizzare addobbi e figure legate al Natale e consegnare le loro letterine a Babbo Natale ed il Parco dei Folletti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>