MyCicero di forza: 3-0 su Palmi in un match senza storia

di 

6 dicembre 2015

MYCICERO PESARO – GECOM SOFTWARE PALMI 3-0
MYCICERO PESARO: Babbi 12, Mastrodicasa 8, Di Iulio 3, Liliom 14, Sestini 6, Mezzasoma 12; Zannini (L). N.e.: Bordignon, M’Bra, Di Marino, Gennari, Arciprete. All. Bertini
GOLEM SOFTWARE PALMI: Rueda 15, La Rosa 3, Aricò 1, Speranza 8, Guidi 2, Moncada; Quiligotti (L), Moretti 2, Tomaselli, Bortolot. N.e.: Petkova, Barbagallo (L). All. Kroumov
ARBITRI: Sessolo e Cerra
PARZIALI: 25-15, 25-11, 25-17
NOTE: myCicero: battute sbagliate 5, battute vincenti 3, ricezione 75% (prf. 31%), attacco 43%, errori 12, muri 6. Golem Software Palmi: battute sbagliate 8, battute vincenti 3, ricezione 78% (prf. 26%), attacco 22%, errori 20, muri 2

Volley Pesaro-2015-2016PESARO – La myCicero vince di prepotenza lo scontro diretto e mette tra sè e le inseguitrici per la salvezza un buon margine di, relativa, tranquillità. A parziale giustificazione della Golem l’assenza importante della Petkova che resta ferma ai box per un problema alla schiena: al suo posto la Guidi.

Parte a razzo la myCicero che, in men che non si dica, vola sul 7-2 grazie anche a qualche imprecisione di troppo della Golem. Ma Babbi e compagne, nonostante il muro delle ospiti sporchi spesso gli attacchi delle rossoblù, ci mettono molto del loro per tenere a debita distanza le ospiti. Mezzasoma (che chiuderà il primo set con una pipe da posto 1 e 6 punti nel carnet) e capitan Babbi (5 punti) sugli scudi per un primo set mai in discussione.

Secondo parziale che dura lo spazio di pochi scambi: dal 5 pari, la myCicero piazza un break di 7-0 con la Liliom in battuta che crea subito un solco (12-5). La Di Iulio sale in cattedra coinvolgendo tutta la batteria di attaccanti a disposizione e tutto scorre liscio e senza problemi. Dall’altra parte della rete, Kroumov le prova tutte cambiando il sestetto per 3/6 ma non serve e il 25-11 la dice lunga sull’andamento della frazione e non ha bisogno di ulteriori commenti.

Terzo set in cui la Golem sembra essere più in partita: si procede punto a punto fino al 6 pari. Due decisioni arbitrali contestate da Speranza e compagne (invasioni aeree) sembrano scuotere le ospiti che dal 6-8 piazzano un parziale di 5-0 grazie ad attacchi precisi e a due muri della Moretti e della La Rosa (11-8) . Ma Pesaro non ci sta e con un controparziale di 4-0 arriva per prima al time out tecnico (12-11). Babbi e compagne provano a strappare (18-12), portando il parziale complessivo a 10-1, grazie ai muri e ad alcuni errori (alla fine saranno 20), leggasi soprattutto invasioni, della Golem. Il set finisce praticamente qui: la myCicero, con pura accademia, chiude la partita con un errore in battuta della Moncada.

“Abbiamo giocato bene con tutti i fondamentali e siamo sempre state padrone della partita – è il commento finale di Elisa Mezzasoma – Loro hanno patito, oltremisura, l’assenza importante della Petkova ma noi siamo state brave, giocando una buona partita e riscattando la sconfitta di Olbia”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>