Candele a Candelara, si spengono le luci del ponte dell’Immacolata: numeri da record e qualche disagio

di 

8 dicembre 2015

Candele a CandelaraPESARO – A Candelara, dopo l’invasione del week end (quasi 4 mila sabato; ben 9.800 ingressi domenica con quasi 2mila persone stimate rimaste fuori e 5.800 ingressi registrati lunedì), giornata relativamente tranquilla in occasione della festività dell’Immacolata. Oggi, nel borgo diventato famoso in tutta Italia per la magia delle candele, erano attese altre 5 mila presenze da ogni parte d’Italia. L’incredibile ondata di camper e pullman registrata tra sabato, domenica e lunedì (oltre 120 pullman e 500 camper), che ha letteralmente invaso non solo Candelara ma anche Pesaro, è passata senza particolari incidenti dovuti al sovraffollamento. Ed oggi la Festa delle candele è ritornata alla sua dimensione più autentica e fruibile. Il lungo ponte dell’Immacolta (il secondo di questa 12esima edizione), si chiude con un bilancio oltremodo positivo che infrange un altro record: quello delle presenze in un solo fine settimana. E’ vero che quest’anno il week-end dell’Immacolata registrava una giornata di svolgimento in più. Ma il counter degli ingressi ha infranto la soglia dei 20mila per fermarsi approssimativamente a quota 23/24 mila. Naturalmente occorrerà aspettare i conteggi del botteghino della Pro Loco anche per la giornata di oggi ma è verosimile che la quota di biglietti potrebbe avvicinarsi ai numeri previsti dagli organizzatori. Intanto oggi sono arrivati altri 30 pullman che portano il totale complessivo a 150 in quattro giorni E’ vero che i conteggi si fanno sempre alla fine di ogni edizione. Ma mai come quest’anno Candele a Candelara riafferma tutta la sua forza attrattiva a livello nazionale diventando il mercatino natalizio di riferimento del centro Italia. Una festa che fa da volano anche a Pesaro e alle altre feste natalizie della provincia che diventano un benefico diversivo per tutti coloro che non riescono a trovare posto a Candelara.

Un plauso l’organizzazione lo rivolge agli autisti dell’Ami e ad al loro efficientissimo servizio navette che è stato rinforzato tempestivamente laddove se ne è presentata necessità.

In ogni caso oggi la festa è continuata con tutte le attrazioni, le animazioni e i piatti dell’enogastronomia e continuerà anche nel prossimo week-end (12 e 13 dicembre); il terzo e ultimo della festa. Oggi intanto i due spegnimenti programmati della luce elettrica (alle 17.30 e alle 18.30), con il borgo rischiarato da centinaia di fiammelle accese e, a seguire i giochi pirici ed il lancio di palloncini luminosi. Due momenti davvero magici che caratterizzano da sempre la festa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>