Piano straordinario per occupazione e sviluppo: controproposte di Sinistra Italiana alla legge di stabilità

di 

11 dicembre 2015

PESARO – Un piano straordinario per rilanciare occupazione e sviluppo. Sinistra Italiana presenterà le sue controproposte alla legge di Stabilità 2016 in una iniziativa pubblica che si terrà il prossimo 14 dicembre a Pesaro, alle ore 21, presso il CIOF (ex Job) in Via Luca della Robbia 4.

Lara Ricciatti

Lara Ricciatti

Insieme alla deputata Lara Ricciatti, membro della commissione Attività produttive, prenderanno parte all’incontro i colleghi di Sinistra Italiana Michele Piras (commissione Difesa), Filiberto Zaratti (commissione Ambiente), Giancarlo Giordano (commissione Cultura) e l’esponente di ‘Tilt’, associazione tra le più attive nella campagna per il reddito minimo garantito, Maria Pia Pizzolante. L’iniziativa sarà moderata dal giornalista del Messaggero Luca Fabbri.

“Riteniamo che ciò di cui il Paese ha veramente bisogno, in questo momento, sia un deciso orientamento delle risorse in direzione del lavoro e dello sviluppo, attraverso una valorizzazione dei governi regionali e locali, e un’adeguata combinazione delle risorse pubbliche, comunitarie, nazionali e locali, con risorse private – afferma Ricciatti -. Un piano straordinario che non potrà prescindere da interventi di spesa pubblica come la manutenzione e messa in sicurezza del territorio, il miglioramento delle periferie urbane, la bonifica di zone di territorio compromesso da inquinamento, il recupero di strutture pubbliche da destinare ad uso abitativo, sociale e produttivo, investimenti per l’efficienza energetica negli immobili, la costruzione di nuovi asili nido ed un piano per la mobilità sostenibile, oltre a misure contro la povertà come la necessaria introduzione di un reddito minimo garantito”.

“La legge di Stabilità viene spesso percepita solo come una legge tecnica di bilancio – conclude la deputata di Sinistra Italiana -, in realtà è una delle norme più ‘politiche’ che esistano, perché permette di determinare concretamente le linee di sviluppo di una società attraverso l’orientamento delle risorse pubbliche. Lunedì proveremo a fornire qualche strumento in più per comprendere questo fondamentale passaggio ed aprire un confronto informato e propositivo con i cittadini”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>