Ancora un terzo quarto fatale al Basket Giovane: vince Porto San Giorgio, ma i pesaresi non mollano

di 

13 dicembre 2015

PORTO SAN GIORGIO BASKET – ITAS BASKET GIOVANE PESARO 65-50
PORTO SAN GIORGIO BASKET: Di Maggio 3, Ausili 9, Amelio, Traini 7, Quondamatteo 5, Alessandroni 11, Leoni, Perini 2, Chiorri 14, Cesana, Morresi 2, Quondam 13. All. Rocchetti
ITAS BASKET GIOVANE PESARO: Giacomini 9, Donini 2, Andreani 8, Santinelli E. 8, Laddomada, Lanci 2, Antonelli 8, Sorcinelli, Di Luca 4, Baiocchi, Terraciano 9. All. Romanelli
ARBITRI: Buresta e Notarangelo
PARZIALI: 21-19, 12-12, 21-6, 11-13

Itas Basket Giovane 2015-2016

Itas Basket Giovane 2015-2016

PORTO SAN GIORGIO (Fermo) – Ennesima sconfitta ed ennesimo terzo quarto fatale per l’ITAS BASKET GIOVANE PESARO, che sul campo del palaSavelli di Porto San Giorgio – vera ghiacciaia per la cronaca – lascia i 2 punti alla squadra allenata da coach Rocchetti.

Terzo quarto scellerato da parte dei ragazzi di coach Romanelli, che con un parziale passivo di 6-21 pregiudicano una partita che fino a quel momento era in sostanziale equilibrio. Partita non bella, forse proprio a causa della temperatura gelida, con le percentuali di tiro molto approssimative da entrambe le parti ma con i padroni di causa che offrono un gioco più corale e fluido. Il Basket Giovane è sicuramente colpevole nella voce concentrazione (28 le palle perse totalizzate) oltre alla cronica “malattia” del tagliafuori difensivo, sempre deficitario.

Poche le individualità da sottolineare fra i pesaresi, il capitano Miki Andreani ha lottato ed ha catturato 9 rimbalzi ma con poche realizzazioni (8 punti con 4/7) e Fabio Giacomini degno di nota per il suo 3/5 da tre. Fra i padroni di casa il solito Chiorri (14) anche se con basse percentuali, e il giovane Quondam molto incisivo (13).

Per il Basket Giovane non rimane che ritornare in palestra lunedì a riflettere sugli errori, tanti, commessi anche in questa trasferta, persa senza attenuanti, cercando di ritrovare la fiducia nei propri mezzi mettendoci testa, cuore e gambe piegate. Per coach Romanelli c’è tanto da lavorare e la società farà bene a far sentire la sua vicinanza alla squadra infondendo fiducia e stimolo agonistico. Si sapeva che sarebbe stata dura. E’ veramente dura ma l’orgoglio del Basket Giovane e dei suoi singoli componenti ha un solo ritornello: non si molla!

Prossimo incontro sabato 19 dicembre ore 18 alla palestra Galilei, ospiti l’ASCOLI BASKET, ultima partita prima della pausa natalizia.

(Si ringrazia Fabio Lanci, ufficio stampa ITAS BASKET GIOVANE PESARO)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>